Author Archives: Gennaro Sfera

  • 0

CONNEXT VISION BUSINESS NETWORKING – MILANO 7 E 8 FEBBRAIO 2019

Category:ECONOMICO,NEWS

Facendo seguito alla nostra news del 7 novembre u.s. Vi ricordiamo che Confindustria in collaborazione con Assolombarda, organizzerà il primo evento nazionale di partenariato industriale il 7 e 8 febbraio 2018 a Milano.

L’obiettivo è quello di favorire la conoscenza tra imprese e mettere in contatto diverse realtà produttiva, al fine di favorire la collaborazione e la nascita di occasioni di business.

E’ la prima volta che questo avviene in ambito nazionale ed è, a nostro avviso, una importante occasione per le aziende irpine.

La struttura dell’evento prevede la creazione di un Marketplace digitale, uno spazio virtuale per conoscere nuovi e possibili partner, richiedere ed accettare incontri B2B.

Vi invitiamo a visitare il sito connext.confindustria.it ed a compilare la scheda per richiedere informazioni più dettagliate.

Inoltre contattando i nostri Uffici (tel 0825785515 info@confindutria.avellino.it <mailto:info@confindutria.avellino.it> ) potrete ricevere un vademecum dettagliato.

Distinti saluti.

IL DIRETTORE
Dr. Giacinto Maioli


  • 0

  • 0

INCONTRI TEMATICI STAZIONE SPERIMENTALE A SOLOFRA.

Category:NEWS

ALLE AZIENDE CONCIARIE ASSOCIATE
LORO SEDI
Vi ricordiamo che la Stazione Sperimentale per l’Industria delle Pelli e delle Materie concianti ha organizzato a Solofra nei giorni 27 NOVEMBRE 2018, 28 NOVEMBRE 2018 e 20 DICEMBRE 2018 degli incontri tematici dedicati ai temi della sostenibilità del cuoio ed alla diagnostica per il monitoraggio e la risoluzione dei difetti del cuoio.

Gli incontri si terranno, presso il Solofra Palace Hotel con inizio alle ore 17,30 il giorno 27 novembre, ed alle ore 18,00 nelle altre due date.

In allegato troverete il programma dettagliato dei workshop.

Nel rilevare che il futuro delle aziende conciarie è legato strettamente alla capacità di adeguarsi alle regole sempre più stringenti della sostenibilità della filiera della fornitura, sottolineamo l’importanza del contributo in termini tecnici che può essere fornito nel corso di questi incontri dalla Stazione Sperimentale e pertanto Vi invitiamo a voler assicurare la vostra partecipazione ed a coinvolgere i vostri tecnici.

Distinti saluti.

IL DIRETTORE
dott. Giacinto Maioli

All.c.s.
Programma eventi Solofra


  • 0

  • 0

BANDO MACCHINARI INNOVATIVI. PROVVEDIMENTO DI APERTURA DELLO SPORTELLO.

Category:ECONOMICO,NEWS

Vi informiamo che il Ministero dello Sviluppo Economico, con provvedimento dirigenziale del 20 novembre 2018, ha fissato i termini iniziali per la presentazione delle istanze a valere sulla misura denominata “Macchinari Innovativi”.

Il provvedimento prevede una serie di incentivi dedicati alle imprese di Piccola e Media dimensione per gli investimenti finalizzati all’acquisto di macchinari nuovi di fabbrica coerenti con il piano nazionale “Impresa 4.0”. Sono di fatto ammissibili i programmi relativi all’acquisizione di macchinari ed impianti riconducibili all’area tematica “Fabbrica Intelligente” (allegato 1 al Dm 9 marzo 2018)

Le spese minime del progetto non possono essere inferiori a 500.000 né superiori a 3.000.000 milioni di euro; gli investimenti devono essere realizzati entro 12 mesi dalla data del decreto di concessione salvo una sola ed eventuale proroga.

Per le Piccole imprese è previsto un mix di agevolazioni composto da un contributo a fondo perduto (35%) e un finanziamento agevolato pari al 40%. Per le imprese di medie dimensioni il contributo a fondo perduto è pari al 25% ed il finanziamento agevolato sale al 50%.

Le istanze potranno essere presentate a decorrere dal 29 gennaio 2019 e saranno valutati sulla base dell’ordine cronologico di presentazione.

In allegato il DM 9 marzo 2018 che regolamenta la misura in oggetto.

Segnaliamo la disponibilità di Ricerche e Studi Srl, società di servizi di Confindustria Avellino, ad assistere le aziende interessate a partecipare al bando in tutte le fasi progettuali previste dal provvedimento (tel 0825 785512 email info@ricerchestudi.com <mailto:info@ricerchestudi.com> )

Distinti saluti.
IL DIRETTORE
Dr. Giacinto Maioli

All.
DM 09/03/2018

Allegati


  • 0

  • 0

NUOVO ACCORDO PER IL CREDITO 2019 SOTTOSCRITTO DA ABI E CONFINDUSTRIA.

Category:ECONOMICO,NEWS

Il 15 novembre, Confindustria, ABI e altre associazioni di rappresentanza delle imprese hanno sottoscritto il Nuovo Accordo per il Credito 2019.
L’Accordo – che entrerà in vigore il 1 gennaio 2019 è sarà valido fino al 31 dicembre 2020 – prevede tre filoni di intervento:
nuove misure a sostegno delle imprese in ripresa;
* la costituzione di un Tavolo di Condivisione interassociativo sulle Iniziative Regolamentari Internazionali (Tavolo CIRI) finalizzato alla definizione di posizioni ed iniziative comuni in tema di regolamentazione finanziaria nazionale e internazionale; * la definizione di un documento congiunto sulle misure nazionali per sostenere il credito alle imprese. In particolare: i) la riforma del Fondo di garanzia per le PMI; ii) lo sviluppo della rete delle garanzie private, anche alla luce delle nuove regole europee; iii) l’ottimizzazione dell’utilizzo dei fondi strutturali europei dedicati allo sviluppo territoriale tramite sostegno al credito; iv) altre iniziative necessarie per migliorare le condizioni di contesto per l’accesso al credito per le PMI.
In particolare, le micro, piccole e medie imprese operanti in Italia, potranno chiedere alle banche di:
– sospendere per un periodo massimo di 12 mesi il pagamento della quota capitale delle rate dei finanziamenti a medio-lungo termine (mutui e leasing immobiliare e mobiliare) in essere alla data della firma dell’Accordo e delle operazioni di apertura di conto corrente ipotecario (già in ammortamento e con un piano di rimborso rateale nel quale siano identificabili le quote capitale e interessi delle rate);
– allungare la scadenza dei finanziamenti in essere alla data della firma dell’Accordo fino al 100% della durata residua dell’ammortamento.
Possono chiedere l’applicazione della misura le micro, piccole e medie imprese operanti in Italia, ma resta ferma la possibilità per le banche di concedere tali misure anche a imprese più grandi, oltre che di prevedere condizioni migliorative rispetto a quelle di seguito indicate:
– la sospensione del pagamento della quota capitale delle rate dei finanziamenti a medio-lungo termine potrà essere realizzata prevedendo la possibilità per la banca, in coerenza con la regolamentazione internazionale, di aumentare il tasso di interesse rispetto a quello previsto nel contratto di finanziamento originario, esclusivamente in funzione degli eventuali maggiori costi che la banca dovrà sostenere in relazione all’operazione di sospensione (eventuali garanzie aggiuntive potranno mitigare o annullare l’incremento). Il tasso non potrà comunque essere aumentato in misura superiore a 60 punti base rispetto a quello originariamente concordato.
– l’allungamento è applicabile ai mutui e ai finanziamenti a breve termine in essere alla data della firma dell’Accordo. Il periodo massimo di allungamento è definito dalle parti fino al massimo del 100% della durata residua del piano di ammortamento. Per il credito a breve termine e per il credito agrario di conduzione, il periodo massimo di allungamento delle scadenze è pari rispettivamente a 270 giorni e a 120 giorni.
Anche in questo caso e sempre in coerenza con la regolamentazione internazionale, il tasso di interesse al quale sono realizzate le operazioni di allungamento potrà essere in linea con i maggiori oneri per la banca connessi alla realizzazione dell’operazione.
L’importo della rata di ammortamento, determinata al nuovo tasso di interesse dovrà risultare inferiore in misura apprezzabile rispetto a quella originaria, come condiviso dall’impresa all’atto della ridefinizione della durata del finanziamento.
Eventuali garanzie aggiuntive potranno essere valutate dalla banca al fine di mitigare o annullare l’incremento del tasso di interesse.
Per i finanziamenti garantiti da trasferimento di bene immobile sospensivamente condizionato di cui all’art. 48-bis del D.Lgs. 385/93 (c.d. Patto marciano), resta fermo quanto previsto dall’Accordo per il credito e la valorizzazione delle nuove figure di garanzia del 12 febbraio 2018.
Nell’attesa dell’avvio dell’operatività dell’Accordo, proseguirà l’applicazione delle misure di allungamento e sospensione previste nell’Accordo per il Credito 2015.
Distinti saluti.
IL DIRETTORE
Dr. Giacinto Maioli

All.c.s.
Accordo ABI Confindustria

Allegati


  • 0

FORUM NAZIONALE PICCOLA INDUSTRIA ” PMI E PERSONE AL CENTRO” BOLOGNA 1° DICEMBRE 2018-

Category:NEWS

Cari Colleghi,

su iniziativa del Presidente Nazionale e del Comitato Centrale Piccola Industria di Confindustria, è stato convocato a Bologna il 1° dicembre 2018- presso il Palazzo della Cultura e dei Congressi-il FORUM NAZIONALE PICCOLA INDUSTRIA CONFINDUSTRIA che per questa edizione avrà come titolo:
“PMI E PERSONE AL CENTRO”.
Obiettivo del Forum è quello di creare uno spazio ampio di confronto sui temi della cultura d’impresa e della crescita, ma soprattutto su come le piccole e medie imprese possono affrontare ed adattarsi al cambiamento cioè “cambiare passo”.

I lavori del Forum, che inizieranno alle ore 9,30, sono divisi in sessioni:
Sbloccare il potenziale delle PMI aprendosi ad una nuova cultura d’impresa;
Capire il cambiamento per anticiparlo;
Rafforzare le competenze con cui crescere;
Adottare nuovi modelli di business.
Nella seconda parte della mattinata è previsto un confronto a più voci sulla resilienza delle imprese e dei paesi, con l’apporto di diverse testimonianze.
Inoltre sarà intervistato il Vice Ministro dello Sviluppo Economico Dario Galli, mentre le conclusioni sono affidate al Presidente di Confindustria Vincenzo Boccia.
Vi invito a partecipare a questo importante ed interessante evento, ed in allegato troverete il programma-invito, mentre per prenotarsi e registrarsi occorre utilizzare il seguente link
www.confindustria.it/Aree/opp153.nsf/iscrizione?openform

Nel darVi appuntamento a Bologna, Vi saluto cordialmente.

IL PRESIDENTE
Comitato Piccola Industria
Andrea Giorgio

Alleg.: Invito


  • 0

  • 0

Incontri di approfondimento – Scenari BREXIT

Category:INTERNAZIONALIZZAZIONE,NEWS

Il 29 marzo 2017 il Regno Unito, in seguito al referendum sulla Brexit del 2016, ha notificato al Consiglio Europeo l’intenzione di lasciare l’Unione Europea, invocando l’articolo 50 del TUE. Il Regno Unito ha così dato inizio per la prima volta nella storia al processo di recesso di uno Stato membro dall’Unione Europea.

La scadenza di due anni per la conclusione dei negoziati per l’uscita, prevista dall’articolo 50, è prossima e il 30 marzo 2019 il Regno Unito diventerà ufficialmente uno Stato terzo.

Attualmente sono in corso i negoziati per definire l’accordo di recesso del Regno Unito dall’UE. Le parti hanno raggiunto un’intesa su buona parte di tale accordo, mentre manca ancora un’intesa sulla soluzione volta a evitare il confine fisico tra Irlanda e Irlanda del Nord.

Una volta concluso l’accordo di recesso, la parti inizieranno i negoziati per la relazione futura tra i due blocchi, che dovrebbero concludersi entro dicembre 2020, data di scadenza del periodo di transizione incluso nell’accordo di recesso.

Non è possibile però escludere uno scenario di “no-deal”, nel quale il Regno Unito e l’UE non riescano a raggiungere un’intesa sull’accordo di recesso. Questo scenario è ovviamente non auspicabile, nondimeno deve essere preso in considerazione.

In questo contesto, sono stati organizzati da Confindustria due incontri sul tema rivolti a tutto il nostro Sistema:

* il 3 dicembre dalle ore 15:00 alle ore 18:30 a Milano (Assolombarda)
* il 4 dicembre dalle ore 15:00 alle ore 18:30 a Roma (Confindustria)

L’obiettivo di questi appuntamenti è duplice: da una parte, con gli interventi della Rappresentanza Permanente Italiana a Bruxelles e della Presidenza del Consiglio, si farà chiarezza sulla normativa applicabile per le imprese in caso di accordo approfondendo anche il tema della preparazione a uno scenario di “no-deal”. Dall’altra, si affronteranno gli aspetti doganali e, in particolare, i possibili cambiamenti di natura procedurale legati ai vari scenari possibili con il supporto dell’Agenzia delle Dogane e di esperti doganali.

La partecipazione è gratuita ma l’iscrizione è obbligatoria al seguente link www.confindustria.it/Aree/opp157.nsf/iscrizione?openform

Vi chiediamo gentilmente di segnalare la vostra partecipazione anche ai nostri uffici all’indirizzo mail internazionalizzazione@confindustria.avellino.it <mailto:internazionalizzazione@confindustria.avellino.it>

Distinti saluti

Il Direttore
Dr.Giacinto Maioli

In allegato

* Programma 3 dicembre Milano * Programma 4 Dicembre Roma

Allegati


Prossimi eventi

Non ci sono eventi in arrivo al momento.