Category Archives: AGEVOLAZIONI

  • 0

BANDI DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI AVELLINO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI

Category:AGEVOLAZIONI

Prot. N. II/  1209/10

Avellino, 12 maggio 2010

BANDI DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI AVELLINO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI. 

Vi informiamo che la Camera di Commercio di Avellino ha recentemente approvato ed emanato tre bandi rivolti alle imprese della provincia di Avellino. 

– per la costituzione e l’avvio di piccole imprese femminili

– per la comunicazione e la promozione dei prodotti irpini

– per le certificazioni di qualità aziendale

Con il primo bando La Camera di Commercio di Avellino, allo scopo di favorire la costituzione e l’avvio di piccole imprese femminili, concede contributi per l’acquisto di beni strumentali alle imprese iscritte nel registro delle imprese di cui alla legge n. 215/92 e successive modifiche.
Il contributo fino ad un massimo di 5.000,00 euro è destinato ad aspiranti imprenditrici e a nuove imprese femminili (attive a partire dal 1° settembre 2009) per l’acquisto di beni strumentali. Il termine iniziale è venerdì 7 maggio 2010 con priorità all’invio tramite PEC e firma digitale fino al 30 settembre 2010. 

Il contributo accordato sarà pari al 50% delle spese sostenute e documentate, fino ad un massimo di 5.000,00  (cinque mila euro). Non saranno prese in considerazione istanze di contributo per investimenti di importo inferiore a € 2.000,00 (al netto di IVA). 

Il secondo bando prevede la concessione contributi alle PMI della provincia di Avellino, fino ad un massimo di 2.000,00 euro per migliorare la comunicazione aziendale e favorire l’organizzazione di iniziative promozionali presso strutture commerciali ubicate in Italia. 
Due le tipologie di investimenti finanziati:

– nel campo della comunicazione aziendale (sito internet, brochures, cataloghi, ecc.) a patto che siano anche in inglese;

– per promuovere la distribuzione dei prodotti tipici irpini

Il termine di avvio per la presentazione delle domande è il 7 maggio 2010, priorità sarà data all’invio tramite PEC e firma digitale.

Il contributo accordato a ciascuna impresa richiedente sarà pari al 50% delle spese sostenute e documentate, fino ad un massimo di euro 2.000,00 (duemila). Il massimale è raddoppiato nel caso di consorzi d’impresa. 

Con il terzo bando la Camera di Commercio concede contributi alle piccole e medie imprese per incentivare interventi aziendali a sostegno della qualità, della responsabilità sociale, della rintracciabilità nelle filiere agroalimentari, della gestione dell’energia e del risanamento ambientale. Queste le certificazioni finanziate: 

  • UNI EN ISO 9001:2008 (certificazione di qualità del sistema di gestione aziendale);
  • UNI EN ISO 14001:2004 (certificazione del sistema di gestione ambientale);
  • EN 16001 (o BS EN 16001 certificazione del sistema di gestione dell’energia ENMS);
  • OHSAS 18001:2007 (certificazione del sistema di gestione per la sicurezza e la salute sui luoghi di lavoro);
  • UNI 22005:2008 (certificazione del sistema di rintracciabilità nelle filiere agroalimentari);
  • SA 8000 (certificazione della responsabilità sociale);
  • Registrazione EMAS II 

L’importo massimo varia a seconda della certificazione, come specificato nel bando. Il termine di avvio per la presentazione delle domande è il 7 maggio 2010. Priorità alle domande inviate tramite PEC e firma digitale.

Copia dei bandi e della relativa modulistica può essere richiesta ai nostri uffici (tel  0825 785512 amail economico@confindustria.avellino.it) che restano a disposizione per ogni chiarimento. 

Distinti saluti. 

   IL DIRETTORE

Dr. Giacinto Maioli

 

 

 

 


  • 0

CREDITO DI IMPOSTA REGIONALE PER NUOVI INVESTIMENTI PRODUTTIVI. ATTIVAZIONE DELLA PROCEDURA TELEMATICA.

Category:AGEVOLAZIONI

 

Prot. N. II/ 1117  /10

Avellino, 5 maggio 2010

 CREDITO DI IMPOSTA REGIONALE PER NUOVI INVESTIMENTI PRODUTTIVI. ATTIVAZIONE DELLA PROCEDURA TELEMATICA. 

Come anticipato nella nostra precedente comunicazione Prot. n. II/ 785 /10 del 30/04/2010 di pari oggetto, Vi ricordiamo che con il  Decreto Dirigenziale n. 180 del 19 Marzo 2010, pubblicato sul B.U.R.C. n. 24 del 29/03/2010, si è proceduto all’approvazione dell’Avviso relativo al Credito d’Imposta Regionale per Nuovi Investimenti Produttivi, nonché della relativa modulistica. 

Le risorse messe a disposizione ammontano a 60 Milioni di euro, di cui 50 Milioni di euro a valere sui fondi del P.O. FESR 2007-2013 e 10 Milioni di euro a valere sui fondi del PASER. 

Come segnalato, il credito di imposta viene attivato mediante procedura valutativa a sportello e si articola in tre fasi, gestite telematicamente, secondo il seguente schema: 

 – la registrazione nell’apposita sezione sul sito www.economiacampania.it potrà avvenire  a decorrere dal 28 aprile 2010;

–   a partire dal 28 maggio 2010 sarà inoltre possibile procedere alla compilazione on line del modulo di domanda. 

–   l’apertura dello sportello telematico per l’invio delle domande di accesso agli incentivi in  è fissata al 28 giugno 2010.

Ricordiamo, secondo quanto prescritto dal bando, che l’impresa richiedente ha l’obbligo di effettuare tutte le comunicazioni, ivi comprese quelle riguardanti le eventuali variazioni dei dati esposti nel modulo di domanda che dovessero intervenire successivamente alla presentazione della domanda stessa, esclusivamente a mezzo Posta Elettronica Certificata

all’indirizzo creditoimposta.investimenti@pec.regione.campania.it, provvedendo a firmare digitalmente le comunicazioni stesse.

 

Distinti saluti.

 

                                                                            IL DIRETTORE

       Dr. Giacinto Maioli

 


  • 0

LEGGE 8 APRILE 2010 N. 55 – “DISPOSIZIONI CONCERNENTI LA COMMERCIALIZZAZIONE DI PRODOTTI TESSILI, DELLA PELLETTERIA E CALZATURIERI” LEGGE “MADE IN ITALY”.

Category:AGEVOLAZIONI

Prot. N. I/ 1082 /10

Avellino, 3 maggio 2010

LEGGE 8 APRILE 2010 N. 55 – “DISPOSIZIONI CONCERNENTI LA COMMERCIALIZZAZIONE DI PRODOTTI TESSILI, DELLA PELLETTERIA E CALZATURIERI” LEGGE “MADE IN ITALY”. 

Vi segnaliamo che è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 92 del 21 aprile 2010 la Legge 8 aprile 2010 n. 55 avente ad oggetto” Disposizioni concernenti la commercializzazione di prodotti tessili, della pelletteria e calzaturieri” (c.d. legge Reguzzoni/Versace). 

Provvediamo ad allegare il testo della nuova legge che entrerà in vigore il 6 maggio p.v. e per quanto riguarda i contenuti del provvedimento sottolineamo quanto segue: 

Art. 2) (norme di attuazione). Prevede che con decreto del Ministro dello Sviluppo

Economico di concerto con il Ministro della Economia e delle Finanze e con il Ministro per le Politiche Europee, da emanare entro quattro mesi dalla entrata in vigore della legge, previa notifica ai sensi dell’ art. 8, paragrafo 1, della direttiva 98/34/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 22 giugno 1998, sono stabilite le caratteristiche del sistema di etichettatura obbligatoria e di impiego della indicazione “Made in Italy”.

Tale dizione recepisce l’esigenza, sottolineata dalla Confindustria, di sottoporre la norma, in quanto “tecnica” alla previa notifica di compatibilità comunitaria. Va anche notato che il termine di quattro mesi per la emanazione del decreto attuativo, di cui all’ art.2 cit., comincia a decorrere dalla data di entrata in vigore della legge. 

Art. 4) (Efficacia delle disposizioni degli articoli 1 e 3). Prevede che le disposizioni di cui agli art. 1 (Etichettatura dei prodotti e Made in Italy) e 3 (Misure sanzionatorie) acquistano efficacia dal 1° ottobre 2010 (e non dalla entrata in vigore della legge).

Tale disposto va letto, ragionevolmente,  come un termine per consentire l’espletamento di tutte le procedure di notifica comunitaria anche del resto dello articolato. In particolare occorrerà verificare la compatibilità dell’ art.1) della legge, con le norme del Trattato Ue per ciò che concerne la imposizione di un obbligo di etichettatura.                                                                                      

Infine la sua compatibilità con le indicazioni del Codice Doganale Comunitario – Reg.(CE)2913/92 – Reg.(CE)2454/93 – Reg.(CE)450/2008 –  per ciò che riguarda l’impiego della indicazione “Made in Italy”. 

Infatti l’art. 1) della legge richiede che almeno due fasi di lavorazione, per ciascun settore, siano state eseguite nel territorio nazionale mentre il CDC fa riferimento   ad una sola lavorazione attributiva della origine, necessaria e sufficiente per apporre il Made in

Distinti saluti.

 

    IL DIRETTORE

Dr. Giacinto Maioli

 

All.c.s

Legge 55/2010


  • 0

PREMIO DI STUDIO PER IDEE INNOVATIVE. “NGN TALENT”. SCADENZA 20 MAGGIO 2010

Category:AGEVOLAZIONI

Prot. n. II/ 995/10

Avellino, 23 aprile 2010 

PREMIO DI STUDIO PER IDEE INNOVATIVE. “NGN TALENT”. SCADENZA 20 MAGGIO 2010. 

In occasione del Centenario di Confindustria Telecom Italia e Confindustria Avellino hanno inteso organizzare un concorso per premiare idee-progetto altamente innovative collegate allo sviluppo delle telecomunicazioni e suscettibili di migliorare l’assetto competitivo del territorio con particolare riferimento al sistema manifatturiero e dei servizi. 

L’iniziativa, denominata “NGN TALENT”, unica nel suo genere, premierà due giovani residenti irpini con età compresa tra i 20 ed i 30 anni in grado di proporre idee originali ed innovative capaci di incidere sul tessuto economico e sociale della provincia di Avellino mediante l’utilizzo delle tecnologie di comunicazione di nuova generazione (banda larga, fibra ottica, Next Generation Network). 

Il concorso, la cui realizzazione è stata possibile grazie al contributo di Telecom Italia Spa, nostra associata, è stato presentato presso la sede di Confindustria Avellino alla presenza del Presidente Silvio Sarno e dei referenti nazionali di Telecom Italia. 

Dal 20 aprile 2010 fino al 20 maggio 2010, i proponenti potranno inoltrare gli elaborati tramite posta elettronica certificata oppure consegnare il materiale in formato elettronico presso la sede di Confindustria Avellino. 

I giovani candidati dovranno consegnare un elaborato che descriva l’idea, il progetto, le tecnologie utilizzate, le possibili applicazioni e la fattibilità tecnico-economica. I concorrenti potranno interpretare liberamente il tema del bando, a condizione che l’idea proposta sia originale e che si presti ad essere valutata in maniera tangibile come prodotto o servizio. 

Una Commissione composta da Telecom Italia e Confindustria Avellino valetrà i progetti ed assegnerà  i premi che consistono in:

Euro 5.000 per il primo classificato

Euro 2.500 per il secondo classificato 

La cerimonia di consegna dei premi che dovranno essere ritiriati personalmente dai vincitori, avverrà nel corso dell’Assemblea degli Associati programmata per il 15 giugno 2010. 

Il bando di concorso è disponibile in formato elettronico sul nostro sito www.confindustria.avellino.it o può essere richiesto alla segreteria del premio: 

“NGN TALENT” Confindustria Avellino

Via Palatucci, 20/A 83100 Avellino (AV) tel: 0825 785512 fax: 0825 786225 e-mail:economico@confindustria.avellino.it  

 

Distinti saluti.

 

    IL DIRETTORE

Dr. Giacinto Maioli

 

 

 

 

 


  • 0

CITTA’ DI ATRIPALDA – AVVISTO DI ASTA – VENDITA DEL CENTRO SERVIZI DI VIA SAN LORENZO

Category:AGEVOLAZIONI

Prot. n. II/  988/10

Avellino, 20 Aprile 2010 

CITTA’ DI ATRIPALDA – AVVISTO DI ASTA – VENDITA DEL CENTRO SERVIZI DI VIA SAN LORENZO.  

Vi informiamo che sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania del 19 Aprile 2010 è stato pubblicato l’avviso d’asta per la vendita del centro servizi di Via San Lorenzo in Atripalda (AV) di proprietà comunale.

L’immobile, come descritto nell’avviso, è costituito  da tre livelli e precisamente:

– un piano interrato della superficie complessiva di mq. 1.760 di cui mq. 130 destinati a servizi (scale, ascensore, locale macchine ecc.), mq. 220 destinati a depositi e mq. 1.410 destinati a parcheggi;

– un piano terra della superficie complessiva di mq. 3.546 di cui mq. 1683 destinati ad area espositiva, attività ristorativi/bar, mq. 1.105 destinati a spazi espositivi all’aperto e mq. 708 costituiti da zone esterne pavimentate, altri servizi esterni + biglietteria esterna (mq. 50);

– un piano primo della superficie complessiva di mq. 1.608 destinati a: aule polifunzionali (mq. 357), laboratorio artigianale (mq. 100), uffici (mq. 411), auditorium (mq. 260), servizi e disimpegni (mq. 480).

– già adibito a centro servizi per le piccole e medie imprese è un immobile e con destinazione attuale ad attività commerciale giusta delibera di C.C.27/2009 sopracitata, e censito nel N.C.U. al Foglio 1, Part.lla 1569. 

Il prezzo a base d’asta è fissato in euro 3.897.000,00. 

L’avviso integrale di vendita è pubblicato all’Albo Pretorio e sul sito internet del Comune di Atripalda www.comune.atripalda.av.it ; le istanze dovranno pervenire non più tardi delle ore 12,00 del giorno 20 maggio 2010. 

Il riferimento per il Comune di Atripalda è il Geom. Vincenzo Baronia, Funzionario dell’Ufficio Tecnico comunale (tel 0825/615331). 

Distinti saluti.

 

   IL DIRETTORE

Dr. Giacinto Maioli

 

 


  • 0

SEMPLIFICAZIONE. OPERATIVA DAL 1° APRILE LA COMUNICAZIONE UNICA PER LA NASCITA DELL’IMPRESA

Category:AGEVOLAZIONI

Prot. n. II/   876/10

Avellino, 9 Aprile  2010 

SEMPLIFICAZIONE. OPERATIVA DAL 1° APRILE LA COMUNICAZIONE UNICA PER LA NASCITA DELL’IMPRESA

Dal 1° aprile 2010 è entrato a regime il sistema della Comunicazione Unica (cd. ComUnica) per la nascita dell’impresa, ossia la procedura telematica che consente di assolvere contemporaneamente tutti gli adempimenti amministrativi connessi alla costituzione e alle vicende modificative dell’impresa..

Il sistema è disciplinato dall’art. 9 del decreto Bersani (legge n. 40/2007, di conversione del DL n. 7/2007) e dai suoi regolamenti di esecuzione, che si allegano (decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 2 novembre 2007, che disciplina le caratteristiche del modello di Comunicazione Unica, e DPCM 6 maggio 2009, che stabilisce le regole tecniche e procedurali).

La piena efficacia della nuova disciplina è stata preceduta da un periodo di sperimentazione, avviato spontaneamente sulla base di accordi tra Camere di Commercio, Agenzia delle Entrate, INPS e INAIL e poi disciplinato dall’art. 23, co. 13, del DL n. 78/2009 (decreto anticrisi).

Durante la sperimentazione è stata lasciata ai privati la scelta di adottare il procedimento semplificato della Comunicazione Unica per ottenere l’iscrizione nel Registro, il codice fiscale, la partita IVA e per assolvere agli adempimenti previdenziali, assistenziali e fiscali, in alternativa al sistema basato sulla precedente disciplina, che prevede distinte procedure presso ciascuna amministrazione competente.

Con la fine del periodo sperimentale tali adempimenti potranno essere assolti esclusivamente con la Comunicazione Unica.  

In sintesi, le modalità procedurali che caratterizzano tale sistema: 

  • l’avvio del procedimento avviene con la presentazione all’Ufficio del Registro delle imprese del modello di Comunicazione Unica per via telematica (es. Web-Browser o Web Services) o su supporto informatico rimovibile. Il modello deve essere sottoscritto tramite firma digitale;
  • tutte le comunicazioni relative al procedimento da parte dell’Ufficio del Registro avvengono tramite posta elettronica certificata (PEC). A tal fine, il privato indica la propria casella di PEC nel modello. L’impresa che ne è priva può farne richiesta alla Camera di Commercio competente, che provvederà ad assegnargliene una gratuitamente;
  • l’Ufficio del Registro, ricevuta la Comunicazione, verifica la completezza della documentazione presentata e rilascia all’impresa una ricevuta che costituisce titolo per l’immediato avvio dell’attività imprenditoriale;
  • parallelamente, l’Ufficio del Registro trasmette il modello all’Agenzia delle Entrate, all’INPS, all’INAIL e al Ministero del Lavoro, per le registrazioni di loro competenza.

Il titolare dell’impresa in possesso di firma digitale può avviare personalmente la procedura telematica sopra descritta o, in alternativa, può delegare un professionista o a altri intermediari secondo le indicazioni contenute nella Circolare n. 3616/C del Ministero dello Sviluppo Economico, anch’essa allegata. 

Distinti saluti. 

IL DIRETTORE

Dr. Giacinto Maioli 

All.c.s.

Dm 2/11/07

DPCM 6/5/2009

Circolare MISE – procura speciale

 


  • 0

AUTOTRASPORTO: BENEFICI GASOLIO AUTOTRAZIONE 2009

Category:AGEVOLAZIONI

Prot.n II/ 854 /10

Avellino, 8 aprile 2010 

OGGETTO: AUTOTRASPORTO: BENEFICI GASOLIO AUTOTRAZIONE 2009 

L’Agenzia delle Dogane, con nota del 19 marzo 2010, ha reso note le modalità per il recupero delle accise sul gasolio per autotrazione relativo all’anno 2009 (1° gennaio – 31 dicembre).

Con riferimento al periodo di cui sopra l’entità del beneficio riconoscibile è pari a € 19,78609 per mille litri di prodotto. 

I soggetti che possono richiedere il rimborso sono:

 – i soggetti esercenti trasporto merci in c/proprio ed in c/terzi con veicoli di massa massima complessiva pari o superiore a 7,5 tonn.

 – le imprese esercenti autoservizi di competenza statale, regionale e locale

 – le imprese esercenti trasporti a fune in servizio pubblico per trasporto di persone 

Rimangano esclusi da tale beneficio coloro che effettuano trasporto merci, in c/proprio o in c/terzi, con mezzi di peso compreso tra le 3,5 e 7,49 tonn., poiché al momento la Commissione UE, su richiesta di specifica deroga, ancora non si è espressa. 

Il termine per la presentazione delle istanze è fissato al 30 giugno 2010.

Il recupero del beneficio può avvenire o sotto forma di restituzione in denaro o come credito da utilizzare in compensazione con il modello F24, entro l’anno solare cui il credito è sorto, utilizzando il codice tributo 6740.

 Per le eventuali eccedenze di credito, non utilizzate in compensazione entro la fine dell’anno in corso, le imprese dovranno presentare apposita istanza di rimborso in denaro entro il 30 giugno 2011 agli Uffici dell’Agenzia delle Dogane territorialmente competenti. 

L’Agenzia ha, inoltre, comunicato che, secondo L. 244/07, è stato fissato un limite complessivo annuale, pari a € 250.000, per l’utilizzo in compensazione dei crediti d’imposta derivanti dal riconoscimento di agevolazione concesse alle imprese. Eventuali eccedenze al limite sono compensabili per l’intero importo residuo, a partire dal 3° anno successivo a quello in cui le stesse si sono prodotte.

Sul sito www.agenziadogane.it è disponibile il software per la compilazione delle istanza per l’ammissione alla fruizione dei benefici fiscali che dovrà essere consegnata agli uffici dell’Agenzia delle Dogane territorialmente competenti, mentre dal prossimo mese di aprile sarà possibile inviarle per via telematica.In allegato per completezza documentale, riportiamo la nota della Agenzia delle Dogane.

 Distinti saluti

 IL DIRETTORE

Dr. Giacinto Maioli

All.c.s.

Comunicato Dogane


  • 0

SEMINARIO DI FORMAZIONE “LA FINANZA PER L’INNOVAZIONE” – NAPOLI, 15 APRILE ORE 10.00.

Category:AGEVOLAZIONI

Prot. n. II/  821 /10

Avellino, 7 aprile 2010

SEMINARIO DI FORMAZIONE “LA FINANZA PER L’INNOVAZIONE” – NAPOLI, 15 APRILE ORE 10.00. 

Vi informiamo che Confindustria, nell’ambito delle azioni formative e informative rivolte alle  imprese associate ha organizzato un Seminario dal tema “La finanza per l’innovazione” per Giovedì 15 Aprile 2010 dalle ore 10.00 alle ore 13,00, finalizzato a trasferire alle imprese associate un quadro aggiornato degli strumenti di finanza per l’innovazione. Per consentire la partecipazione ai lavori agli imprenditori campani il seminario si svolgerà presso l’Unione Industriali di Napoli (P.zza dei Martiri, 58). 

Il Seminario, completamente gratuito, consentirà  di realizzare: 

1. Un approfondimento conoscitivo sulle risorse finanziarie che il Programma Operativo Nazionale “Ricerca e Competitività 2007-2013” mette a disposizione per Innovazione, Ricerca e Sviluppo. 

2. Un focus sullo strumento del Contratto di Innovazione Tecnologica, con il quale il MISE ha recentemente stanziato 12,5 milioni di euro per promuovere nel Mezzogiorno progetti di trasferimento tecnologico e di creazione di nuove imprese hi-tech. 

3. Una panoramica sul ruolo delle Banche a supporto degli investimenti in Innovazione, Ricerca e Sviluppo. A questo riguardo saranno presentati i contenuti dell’ accordo siglato tra ABI, BEI, Confindustria lo scorso 19 maggio 2009, finalizzato a incrementare i finanziamenti della BEI alle imprese italiane, per investimenti in ricerca sviluppo e innovazione e alle piccole e medie imprese. 

4. Un’analisi degli investimenti nel capitale di rischio a sostegno dell’innovazione attraverso la testimonianza di un venture capitalist. 

Il seminario prevede anche un’ampia parte di Question & Answers e di scambio attivo con i relatori, al fine di fornire tutti i chiarimenti e le informazioni sul tema. 

Per dare la Vostra adesione vi preghiamo di inviare, a stretto giro, una mail di conferma con il nominativo dei partecipanti ai nostri uffici (email economico@confindustria.avellino.it tel 0825 785512 fax 0825 786225). All’incontro parteciperà un rappresentante di Confindustria Avellino.

 

   IL DIRETTORE

Dr. Giacinto Maioli


  • 0

CREDITO DI IMPOSTA REGIONALE PER NUOVI INVESTIMENTI PRODUTTIVI. APPROVAZIONE E PUBBLICAZIONE DELL’AVVISO. BURC DEL 29 MARZO 2010

Category:AGEVOLAZIONI

 

Prot. n. II/  785 /10

Avellino, 30 marzo 2010

 CREDITO DI IMPOSTA REGIONALE PER NUOVI INVESTIMENTI PRODUTTIVI. APPROVAZIONE E PUBBLICAZIONE DELL’AVVISO. BURC DEL 29 MARZO 2010.  

Vi informiamo che è stato pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania l’atteso Avviso di approvazione del regime del credito di imposta regionale per gli investimenti produttivi. 

La misura dell’agevolazione, riconosciuta nella formula del conto impianti, è pari al 40% dell’investimento agevolabile risultante dalla spesa effettivamente sostenuta, decurtata del costo non ammortizzato dei beni rientranti nelle medesime categorie dei beni acquistati appartenenti alla stessa struttura produttiva, fino ad un massimo di 1.500.000 di euro. 

Gli investimenti possono riguardare l’acquisto di beni materiali ed immateriali ammortizzabili quali, a titolo esemplificativo:

  • Macchinari e impianti diversi da quelli infissi al suolo,
  • attrezzature industriali e commerciali, attrezzature di laboratorio, equipaggiamenti e ricambi; utensili,
  • beni immateriali quali diritti di brevetto, licenze (programmi informatici). 

Gli investimenti possono essere realizzati tramite acquisto diretto ovvero tramite il sistema della locazione finanziaria. 

 In tal caso il contratto di leasing deve essere di tipo finanziario e deve comportare l’obbligo di acquisto alla scadenza del contratto. In tal caso l’agevolazione sarà pari ai canoni effettivamente pagati dall’impresa nei dodici mesi successivi al ricevimento della comunicazione di concessione dell’agevolazione. 

 

 

Per quanto riguarda le modalità per l’ammissione all’agevolazione, segnaliamo che il credito di imposta viene attivato mediante procedura valutativa a sportello; in particolare la procedura si articola in tre fasi:

 

  • Fase di accesso
  • Fase di istruttoria valutazione
  • Fase di approvazione 

Nel rimandare al testo dell’avviso per le specifiche della fase di acceso e valutazione, segnaliamo che per quanto riguarda la fase di approvazione è fondamentale attendere la comunicazione di concessione dell’agevolazione da parte della Regione per l’avvio dell’investimento. Infatti, eventuali acquisti avviati in data antecedente all’invio della comunicazione relativa alla concessione dell’agevolazione saranno esclusi dal calcolo  dell’investimento agevolabile. 

La presentazione dell’istanza è telematica e deve avvenire a pena di invalidità, esclusivamente utilizzando la procedura resa disponibile sul sito www.economiacampania.it a far data dal trentesimo giorno successivo alla data di pubblicazione dell’avviso sul BURC (29/03/2010). 

Il credito di imposta, determinato in relazione all’investimento agevolabile, è utilizzabile in compensazione utilizzando, mediante il modello F24 il codice tributo 3895. 

Segnaliamo infine che il regime agevolativo in questione, dispone di circa 60 milioni di euro a valere sui fondi PASER e Piano Operativo 2007/2013. 

Le aziende interessate possono contattare i nostri Uffici per la copia dell’avviso in oggetto, della relativa modulistica e del disciplinare pubblicato nel Maggio 2009 (tel 0825 785512 email economico@confindustria.avellino.it).

 Distinti saluti.

 

    IL DIRETTORE

Dr. Giacinto Maioli

 


  • 0

BANDO DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI AVELLINO PER CONTRIBUTI ALLE PMI PER INVESTIMENTI IN SICUREZZA ED IN CAMPO AMBIENTALE ED ENERGETICO.

Category:AGEVOLAZIONI

Prot.n. II/ 783/10

Avellino, 26 marzo 2010

BANDO DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI AVELLINO PER CONTRIBUTI ALLE PMI PER INVESTIMENTI IN SICUREZZA ED IN CAMPO AMBIENTALE ED ENERGETICO.

 La Camera di Commercio ha pubblicato un bando di contributi per sostenere i processi di innovazione per la competitività delle imprese irpine nei settori della sicurezza sul lavoro ed in materia ambientale ed energetica attraverso il miglioramento delle condizioni in cui si svolge l’attività lavorativa e l’adozione di soluzioni che minimizzino i costi energetici ed i relativi impatti sull’ambiente.

Possono accedere le imprese della provincia di Avellino di tutti i settori economici (ad esclusione delle imprese iscritte all’Albo Provinciale delle Imprese artigiane).

Sono ammesse a contributo le seguenti tipologie di investimento:

  1. Investimenti nel campo della sicurezza sul lavoro (prodotti/tecnologie finalizzate ad incrementare il livello di sicurezza sul lavoro e negli ambienti di lavoro);
  2. Investimenti nel campo dell’energia (prodotti/tecnologie finalizzate al risparmio energetico, sia inteso come riduzione dei consumi sia come utilizzo di fonti energetiche rinnovabile);
  3. Investimenti nel campo ambientale (prodotti/tecnologie finalizzate alla riduzione dell’impatto ambientale e degli effetti inquinanti derivanti dai cicli di produzione, sia in termini di emissioni sia in termini di rifiuti);
  4. Investimenti in materia igienico-sanitari (prodotti/tecnologie finalizzate ad incrementare il livello igienico-sanitario negli ambienti di lavoro)

 Il contributo accordato sarà pari al 50% delle spese sostenute e documentate, fino ad un massimo di 5.000,00.

La domanda dovrà essere inoltrata a decorrere dal 31 marzo 2010 (non conta l’ora d’invio) e fino al 30 settembre 2010, salvo esaurimento del fondo stanziato preferibilmente, in formato pdf e sottoscritta con firma digitale, per via telematica a mezzo PEC all’ indirizzo legalmail: areaimpresa@av.legalmail.camcom.it.

In alternativa è consentito anche l’invio a mezzo raccomandata fermo restando che a parità di data d’invio della domanda, sarà data priorità, nell’ordine cronologico di ammissione, a quelle firmate digitalmente e trasmesse per via telematica a mezzo PEC.

Copia del Bando e della relativa modulistica può essere richiesta ai nostri Uffici (tel 0825 785512 fax 0825 786225 email economico@confindustria.avellino.it) che restano a disposizione per ogni eventuale chiarimento.

Distinti saluti.

   IL DIRETTORE

Dr. Giacinto Maioli