Categoria: ECONOMICO

  • 0

ANTIMAFIA E CREDITO D’IMPOSTA SUD – CIRCOLARE MINISTERO DELL’INTERNO

Category:ECONOMICO,NEWS

A seguito di numerose segnalazioni ricevute dalle aziende del sistema, Confindustria si è adoperata presso il competente Ministero dell’Interno per superare la paralisi derivante dai lunghi tempi di attesa necessari per effettuare le verifiche antimafia relativamente all’utilizzo del Credito di imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno.

 

Si tratta di un risultato molto importante, ottenuto anche grazie al costante lavoro di sollecito effettuato da Confindustria nei riguardi del Ministero e delle Associazioni Industriali verso le Prefetture, a tutela delle aziende associate ammesse al bonus ma, di fatto, impossibilitate a riceverlo, a causa del mancato rilascio della certificazione.

 

Il Ministero degli Interni, in risposta ai quesiti formulati dalla Agenzia delle Entrate, ha emanato una Circolare che precisa:

– se il provvedimento antimafia non è rilasciato dalla Prefettura competente entro il termine previsto dalla legge, l’Amministrazione procedente può legittimamente corrispondere i contributi, i finanziamenti e le altre erogazioni, sotto condizione risolutiva (in applicazione degli articoli 88 e 92 del c.d. Codice antimafia);

– nel caso di avveramento di tale condizione, la misura del credito d’imposta da recuperare coincide con l’intero importo autorizzato;

– se la fruizione del credito d’imposta viene autorizzata in base al provvedimento antimafia liberatorio e, successivamente, interviene il provvedimento interdittivo, l’autorizzazione non deve essere revocata (gli articoli 88, co. 4-ter, e 92, co. 4, del c.d. Codice antimafia non riguardano le erogazioni).

Le indicazioni fornite dal Ministero saranno importanti anche ai fini dell’erogazione di ulteriori contributi e finanziamenti pubblici di interesse per le imprese.

Con tale provvedimento, viene recepito un principio di semplificazione amministrativa, denominato condizione risolutiva, previsto dal nostro ordinamento ma poco utilizzato nella prassi.

Sarà nostra cura aggiornarVi su eventuali ed ulteriori sviluppi.

 

 

 


  • 0

CONVENZIONE OPERATIVA CONFINDUSTRIA-CNR SUI DOTTORATI DI RICERCA INDUSTRIALI

Category:ECONOMICO,NEWS

Vi informiamo che  Confindustria e CNR si sono impegnati, mediante una Convenzione recentemente sottoscritta,  a collaborare per sviluppare percorsi triennali – a partire dall’anno 2018-2019 – di Dottorati industriali e di Dottorati innovativi a caratterizzazione industriale di altissimo profilo scientifico.

L’obiettivo strategico è quello di  contribuire alla definizione di percorsi di alta formazione di interesse per le imprese, favorire l’inserimento di giovani ricercatori in impresa nel quadro più ampio delle azioni dirette a sostenere le attività di Ricerca e Innovazione delle aziende.

L’attività può prevedere l’attivazione di un corso di dottorato già programmato da una università o anche la proposta di un nuovo percorso di dottorato da attivare.

Come primo passaggio, è necessario che l’impresa che vuole sostenere e sviluppare i percorsi di dottorato individui la tematica; si lavorerà, quindi, ad incrociarla con la lista dell’offerta di dottorati, per singole tematiche, presso le Università, alla quale Confindustria sta lavorando con il CNR e che sarà presto disponibile.

L’impresa cofinanzia al 50% la borsa di dottorato nel triennio. Secondo il percorso, l’importo per cofinanziare la borsa per l’intero triennio è compreso tra un minimo di 25.000 euro ad un massimo di 30.000 (comprensivo delle tasse da versare all’INPS, eventuali costi per l’estero, assicurazione).

L‘impresa partecipa alla definizione del percorso di dottorato e alla selezione dei dottorandi interessati al percorso. Sempre l’impresa individua un tutor che affiancherà lo studente durante il suo percorso in azienda, insieme al tutor del CNR o dell’Università.

Per maggiori informazioni, trovate in allegato l‘estratto della Convenzione operativa con il CNR.Vi alleghiamo inoltre una scheda in cui sono riportate tutte le informazioni relative al dottorato da attivare che potrà essere compilata e restituita ai nostri uffici entro il 16 luglio 2018 (economico@confindustria.avellino.it tel 0825 785512)

 


  • 0

VOUCHER DIGITALIZZAZIONE. PUBBLICATO L’ELENCO DELLE IMPRESE BENEFICIARIE DELLA MISURA.

Category:ECONOMICO,NEWS

Riteniamo opportuno segnalarVI che Il Ministero dello Sviluppo economico ha messo a disposizione l’elenco delle imprese assegnatarie delle agevolazioni con l’indicazione dell’importo del Voucher prenotato.

L’elenco consultabile per regione e disponibile in allegato, fa seguito all’integrazione della dotazione finanziaria dell’intervento, avvenuta con il decreto ministeriale 23 marzo 2018, e dell’espletamento dei controlli amministrativi su tutte le domande presentate il Ministero ha definito l’elenco.

Le imprese assegnatarie del Voucher potranno presentare la richiesta di erogazione a partire dal 14 settembre 2018 e per i successivi 90 giorni solo dopo aver realizzato il progetto e aver pagato, a saldo, tutte le relative spese.

Ricordiamo che il progetto di digitalizzazione dei processi aziendali e ammodernamento tecnologico deve avere una durata non superiore a 6 mesi (a decorrere dal 14 marzo 2018) e pertanto deve essere ultimato entro il 14 settembre 2018.


  • 0

BANDO PER STUDI DI FATTIBILITA’, PROGETTI DI TRASFERIMENTO TECNOLOGICO E DI PRIMA INDUSTRIALIZZAZIONE.

Category:ECONOMICO,NEWS

Vi informiamo che la Regione Campania, con Decreto Dirigenziale n. 198 del 21/5/2018 ha approvato l’avviso per il sostegno alle imprese campane per la realizzazione di studi di fattibilità e progetti di trasferimento tecnologico coerenti con la strategia regionale di ricerca e innovazione per la specializzazione intelligente (RIS3)

L’avviso intende finanziare le attività di ricerca industriale e sviluppo precompetitivo delle Micro, Piccole e Medie Imprese operanti nelle filiere tecnologiche regionali prioritarie: Aerospazio; Trasporti di superficie e Logistica avanzata; Biotecnologie, Salute dell’uomo e Agroalimentare; Beni culturali, Turismo e Edilizia sostenibile; Energia e Ambiente; Materiali avanzati e Nanotecnologie), anche in riferimento all’evoluzione delle industrie tradizionali (es. sistema moda) e ai mercati emergenti individuati dalla RIS3 Campania (Blue Economy, Bio-Economy, Manifattura 4.0; Industrie creative).

Il provvedimento prevede una classificazione delle attività di innovazione tecnologica in due fasi:
Fase 1 – progetti relativi a studi preliminari per esplorare la fattibilità tecnica ed economica, la difendibilità intellettuale ed il potenziale commerciale di idee innovative sviluppate anche con il concorso di ricercatori presso l’impresa stessa;
Fase 2 – supporto di progetti, anche collaborativi, di sviluppo precompetitivo.

Le spese ed i costi ammissibili sono soggetti alle seguenti limitazioni:
Per la FASE 1: essere non inferiori a € 50.000 e non superiori a € 120.000;
per la FASE 2: non inferiori a € 500.000,00 e non superiori a € 2.000.000,00;

Per gli studi di fattibilità, di cui alla Fase 1, l’intensità di aiuto per ciascun beneficiario non può superare: il 60% dei costi ammissibili per le medie imprese; il 70% dei costi ammissibili per le piccole imprese.

Per i progetti di trasferimento tecnologico, di cui alla Fase 2, l’intensità di aiuto per ciascun beneficiario non potrà superare: per la ricerca industriale, il 60% dei costi ammissibili per le medie imprese e il 70% dei costi ammissibili per le piccole imprese; per lo sviluppo sperimentale, il 35% dei costi ammissibili per le medie imprese e il 45% dei costi ammissibili per le piccole imprese. L’intensità di aiuto per la ricerca industriale e lo sviluppo sperimentale può essere aumentata di 15 punti percentuali, fino a un’intensità massima dell’80% dei costi ammissibili nel caso di collaborazioni tra più imprese o tra un’impresa e uno o più organismi di ricerca.

Possono accedere alle agevolazioni per la realizzazione degli studi di fattibilità anche le proposte che hanno superato la Fase 1 dello “SME INSTRUMENT” nell’ambito di Horizon 2020 ottenendo un “Seal of Excellence” 1 (ammesse a partire da gennaio 2017 ma non finanziate) a condizione che il soggetto proponente, alla data del primo pagamento, abbia sede produttiva nel territorio della regione Campania.

Le proposte con “Seal of Excellence” coerenti saranno assoggettate alla sola valutazione amministrativo-formale di cui al successivo art. 11 e saranno automaticamente finanziate al superamento della stessa.

Nel rimandare al testo del bando per l’elenco delle spese ammissibili, per i requisiti ed criteri di valutazione dei progetti, segnaliamo che le aziende interessate potranno accedere ai benefici compilando e trasmettendo la domanda di agevolazione a mezzo PEC, all’indirizzo avvisotrasferimentotecnologico@pec.regione.campania.it, a partire dalle ore 12:00 del 45° giorno dalla pubblicazione dell’Avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione Campania avvenuta il 21 maggio 2018.

La procedura di selezione delle domande di agevolazione prevista è a “sportello valutativo”.

In allegato, trasmettiamo il solo provvedimento di approvazione del bando, mentre tutta la modulistica può essere richiesta ai nostri uffici (tel 0825 785512 email economico@confindustria.avellino.it)

Con riserva di ulteriori aggiornamenti, restiamo a disposizione per ogni ulteriore informazione.

Allegati


  • 0

ENTRATA IN VIGORE NUOVO REGOLAMENTO EUROPEO PRIVACY (GDPR)

Category:ECONOMICO,NEWS

Con riferimento alle nostre precedenti informative e news relative all’oggetto, come è noto, oggi entra in vigore il nuovo Regolamento Europeo sulla protezione dei dati personali (GDPR), obbligando ogni soggetto che tratta dati ad adeguarsi.
Lo schema di Decreto Legislativo varato dal Consiglio dei Ministri che coordinerà il Regolamento Europeo con l’attuale codice privacy (D. Lgs 196/ 2003), è all’esame del Parlamento e prevede una serie di interventi di rifinizione, perciò in assenza di disposizioni specifiche si potrà fare comunque riferimento ai diversi provvedimenti in materia di dati personali adottati dal Garante Nazionale della Privacy.
Vi ricordiamo che in proposito, tramite la nostra società Ricerche e Studi, abbiamo già effettuato due corsi di formazione, e nel caso siate interessati, vi invitiamo a darcene comunicazione in modo da poter programmare nuovi corsi.
A livello nazionale Confindustria è intervenuta presso il Governo ed il Garante per la protezione dei dati personali, per sottolineare alcune incertezze normative, chiedendo una gradualità nell’esercizio dei controlli e del potere sanzionatorio, nonchè una rapida emanazione di misure di semplificazione per le piccole e medie imprese.
Per fornire maggiore assistenza alle aziende associate, attraverso Ricerche e Studi, stiamo individuando delle società che abbiano competenze adeguate in modo da poter offrire una consulenza specifica alle migliori condizioni economiche per gli associati.
Dal confronto con le aziende le maggiori difficoltà emerse sono di tipo culturale, nel senso che per adeguarsi alla nuova normativa occorre approcciarsi ad un nuovo modello organizzativo interno, ispirato al principio di responsabilizzazione (accountability), per cui occorre effettuare un esame preventivo dei dati personali che si posseggono , per quali finalità essi vengono raccolti ed utilizzati, in che modo vengono trattati e, di conseguenza adottare una serie di adempimenti(informative ai dipendenti, a clienti e fornitori, redazione del registro dei trattamenti ecc. ) nonchè le misure di protezione e sicurezza anche dei propri sistemi informativi al fine di scongiurare eventuali intrusioni.

I nostri uffici sono a disposizione per fornirvi ogni informazione.


  • 0

PMI: stanziati ulteriori 242 mln per i Voucher digitalizzazione

Category:ECONOMICO,NEWS

Le risorse salgono così a 342,5 milioni di euro
Il Ministero dello Sviluppo Economico ha disposto con decreto l’integrazione della dotazione finanziaria dei Voucher per la digitalizzazione delle PMI per 242,5 milioni di euro. Le risorse complessivamente disponibili per la concessione del contributo salgono, così, a 342,5 milioni di euro.
La decisione è stata presa, a fronte di oltre 90.000 domande presentate, per evitare che il riparto delle risorse stanziate all’origine (100 milioni di euro per l’intero territorio nazionale) sia sensibilmente inferiore a quello richiesto dalla singola impresa.
Nei prossimi giorni verrà comunicato l’importo del Voucher concedibile a ciascuna impresa per la realizzazione dei progetti di digitalizzazione e di ammodernamento tecnologico proposti.
Per maggiori informazioni
* * Decreto 23 marzo 2018 – Incremento della dotazione finanziaria per i voucher digitalizzazione * Voucher per la digitalizzazione delle Pmi


  • 0

AUTOTRASPORTO: RIMBORSO ACCISE GASOLIO AUTOTRAZIONE PRIMO TRIMESTRE 2018.

Category:ECONOMICO,NEWS

ALLE AZIENDE ASSOCIATE
LORO SEDI

Prot. N.II/ 444 /18
Avellino, 4 aprile 2018

OGGETTO: AUTOTRASPORTO: RIMBORSO ACCISE GASOLIO AUTOTRAZIONE PRIMO TRIMESTRE 2018.

L’Agenzia delle Dogane ha pubblicato, sul proprio sito web, la nota riguardante il rimborso delle accise sul gasolio per autotrazione riferita ai consumi del I trimestre 2018, insieme con il modello di dichiarazione ed il software aggiornato necessario per inoltrare la domanda
(www.agenziadoganemonopoli.gov.it/portale/benefici-gasolio-autotrazione-1-trimestre-2018 ).

La domanda deve essere presentata tra il 1° e il 30 aprile 2018 e riguarda i consumi effettuati tra 1° gennaio e il 31 marzo 2018.

I soggetti che possono usufruire dell’agevolazione sono:

a) l’attività di trasporto merci con veicoli di massa massima complessiva pari o superiore a 7,5 tonnellate esercitata da: 1) persone fisiche o giuridiche iscritte nell’albo nazionale degli autotrasportatori di cose per conto di terzi; 2) persone fisiche o giuridiche munite della licenza di esercizio dell’autotrasporto di cose in conto proprio e iscritte nell’elenco appositamente istituito; 3) imprese stabilite in altri Stati membri dell’Unione europea, in possesso dei requisiti previsti dalla disciplina dell’Unione europea per l’esercizio della professione di trasportatore di merci su strada.

b) l’attività di trasporto persone svolta da: 1) enti pubblici o imprese pubbliche locali esercenti l’attività di trasporto di cui al Decreto Legislativo 19 novembre 1997, n. 422, ed alle relative leggi regionali di attuazione; 2) imprese esercenti autoservizi interregionali di competenza statale di cui al Decreto Legislativo 21 novembre 2005, n. 285; 3) imprese esercenti autoservizi di competenza regionale e locale di cui al citato Decreto Legislativo n. 422 del 1997; 4) imprese esercenti autoservizi regolari in ambito comunitario di cui al Regolamento (CE) n. 1073/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 21 ottobre 2009.

c) l’attività di trasporto persone effettuata da enti pubblici o imprese esercenti trasporti a fune in servizio pubblico.

E’ importante sottolineare che la Legge di Stabilità 2016 (art. 1, comma 645, L. 28 dicembre 2015, n. 208) ha disposto l’esclusione dall’agevolazione, a decorrere dal 1° gennaio 2016, del gasolio consumato dai veicoli di categoria Euro 2 o inferiore, con ciò assorbendo anche la precedente esclusione introdotta con la Legge di Stabilità 2015 (dal 1° gennaio 2015 il credito d’imposta relativo al rimborso delle accise non è riconosciuto per i veicoli di categoria Euro 0 o inferiore-veicoli sulla cui carta di circolazione non è riportato alcun riferimento alla normativa dell’Unione Europea).

Pertanto, non possono fruire del beneficio:

– i veicoli di categoria Euro 2 o inferiore, in relazione ai soggetti di cui alle suddette lettere a) e b);

– i veicoli di massa complessiva inferiore alle 7,5 tonnellate, in relazione ai soggetti di cui alla lettera a).

La misura del beneficio è pari a 214,18 euro per mille litri di gasolio per i consumi effettuati tra 1° gennaio e il 31 marzo 2018.

Per fruire dell’agevolazione con modello F24 deve essere utilizzato il codice tributo “6740”.

Per i crediti sorti con riferimento ai consumi relativi al IV trimestre dell’anno 2017 potranno essere utilizzati in compensazione entro il 31 dicembre 2019.

Da tale data decorre il termine, previsto dall’art. 4, comma 3, del DPR 277/2000, per la presentazione dell’istanza di rimborso in denaro delle eccedenze non utilizzate in compensazione, la quale dovrà, quindi, essere presentata entro il 30 giugno 2020.

Distinti saluti.

IL DIRETTORE
Dr. Giacinto Maioli

All.c.s.
Nota Agenzia Dogane 27/03/2018

Allegati


  • 0

Pubblicato l’Avviso per la selezione di partner privati del Centro di Competenza ad alta specializzazione nelle tecnologie “Industria 4.0”

Category:ECONOMICO,NEWS

Economico

ALLE AZIENDE ASSOCIATE
LORO SEDI

Prot. N. II/ 437 /18
Avellino, 3 aprile 2018
OGGETTO: Pubblicato l’Avviso per la selezione di partner privati del Centro di Competenza ad alta specializzazione nelle tecnologie “Industria 4.0”

E’ stato pubblicato a cura dell’Università Federico II, quale Capofila delle Università della Campania e della Puglia e delle rispettive Regioni, l’Avviso per la selezione di partner privati per la costituzione del Centro di Competenza ad Alta Specializzazione nelle tecnologie “Industria 4.0” nella forma del Partenariato Pubblico-Privato

Nel piano industria 4.0 del Ministero dello Sviluppo Economico, un ruolo strategico è riconosciuto ai centri di competenza che hanno lo scopo di promuovere e sostenere la ricerca applicata, il trasferimento tecnologico e la formazione sulle tecnologie avanzate a favore delle imprese. La costituzione e la gestione di centri di competenza prevede il coinvolgimento di università e centri di ricerca di eccellenza e aziende private le quali potranno partecipare alle attività del Centro e mettere a disposizione le proprie strutture, competenze e risorse economiche.

I fondi che il Ministero metterà a disposizione saranno destinati per il 65% al funzionamento della struttura ed il restante potrà essere concesso per finanziare i progetti di innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale presentati dalle imprese nell’ambito del programma di attività del centro di competenza per un importo massimo non superiore a euro 200.000 per ciascun progetto.

Segnaliamo che la scadenza per inoltrare le manifestazioni di interesse è fissata al 13/04/2018. Per ulteriori approfondimenti rimandiamo al testo dell’avviso e alla descrizione del partneriato, mentre tutta la documentazione è disponibile sul sito www.unina.it/ricerca/avvisi

Distinti saluti.
IL DIRETTORE
Dr. Giacinto Maioli
All.c.s.

Avviso Partenariato UniNa
Partenariato Allegato 1


  • 0

NUOVO REGOLAMENTO UE SULLA PRIVACY. ONLINE L’AGGIORNAMENTO 2018 DELLA GUIDA APPLICATIVA.

Category:ECONOMICO,NEWS

.

Economico

ALLE AZIENDE ASSOCIATE
LORO SEDI
Prot. n. II/ 423 /18
Avellino 28 Marzo 2018
OGGETTO: NUOVO REGOLAMENTO UE SULLA PRIVACY. ONLINE L’AGGIORNAMENTO 2018 DELLA GUIDA APPLICATIVA.

Vi informiamo che è stata pubblicata sul sito del Garante della Privacy l’aggiornamento a Febbraio 2018 della Guida all’applicazione del Regolamento Europeo in materia di protezione dei Dati Personali (GDPR).

La guida, allegata alla presente, che potrà essere aggiornata nei prossimi mesi, intende offrire una panoramica delle principali problematiche che imprese e soggetti pubblici dovranno tenere in considerazione in vista della piena applicazione del Regolamento prevista per il 25 maggio 2018.

Vengono suggerite alcune azioni che possono essere intraprese sin d’ora perché fondate su disposizioni precise del regolamento. Vengono, inoltre segnalate alcune delle principali novità introdotte dal Regolamento rispetto alle quali sono suggeriti possibili approcci.

Segnaliamo, inoltre, che in collaborazione con Ricerche e Studi Srl, abbiamo organizzato un percorso formativo di 40 ore sulla tutela dei dati destinato a datori di lavoro, personale aziendale deputato alla gestione dei dati, consulenti privacy e responsabili del trattamento dei dati. Partendo dall’attuale quadro giuridico nazionale il corso fornirà una visione completa dei nuovi obblighi e delle tematiche operative dell’applicazione del regolamento nei diversi soggetti obbligati.
Il Corso si svolgerà nei giorni 11-12-13 e 19 e 20 aprile 2018 per un totale di 40 ore di formazione specialistica. Rimandiamo alla News presente sul nostro sito al seguente link per i dettagli del programma e le modalità di adesione.

Distinti saluti.

IL DIRETTORE
Dr. Giacinto Maioli
All.c.s.
Guida al Regolamento Europeo

Allegati


  • 0

VOUCHER DIGITALIZZAZIONE. DECRETI DIRETTORIALI 14 MARZO 2018 – ELENCO AZIENDE E MODIFICA PROCEDURE

Category:ECONOMICO,NEWS

 

Prot. n. n. II/1354 /18
Avellino, 16 marzo 2017

Il MISE ha pubblicato sul proprio portale il Decreto Direttoriale con allegato l’elenco delle imprese per Regione alle quali risulta assegnabile il Voucher per la digitalizzazione delle PMI, subordinatamente all’esito positivo delle verifiche previste dalla normativa e della registrazione dell’aiuto nel Registro nazionale degli aiuti di Stato.

Leggi

Allegati


Prossimi eventi

Non ci sono eventi in arrivo al momento.