EFFICIENZA ENERGETICA 2015 – 120 MILIONI PER SOSTENIBILITÀ ED EFFICIENZA. PRESENTAZIONE DEL BANDO MERCOLEDI 20 MAGGIO 2015 ORE 16.00 CONFINDUSTRIA AVELLINO.

  • 0

EFFICIENZA ENERGETICA 2015 – 120 MILIONI PER SOSTENIBILITÀ ED EFFICIENZA. PRESENTAZIONE DEL BANDO MERCOLEDI 20 MAGGIO 2015 ORE 16.00 CONFINDUSTRIA AVELLINO.

Category:ECONOMICO
Print Friendly, PDF & Email

EFFICIENZA ENERGETICA 2015 – 120 MILIONI PER SOSTENIBILITÀ ED EFFICIENZA. PRESENTAZIONE DEL BANDO MERCOLEDI 20 MAGGIO 2015 ORE 16.00 CONFINDUSTRIA AVELLINO.

E’ in corso di pubblicazione il Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 24 aprile 2015 che mette a disposizione 120 milioni di euro a valere sul POI “Energie rinnovabili ed efficienza energetica” FESR 2007/2013, destinati alle imprese di qualsiasi dimensione con unità produttive localizzate nei territori delle regioni Calabria, Campania, Puglia e Sicilia che vogliono realizzare investimenti nel settore dell’efficienza energetica.

In considerazione dell’attenzione delle imprese verso le tematiche dell’efficienza e del risparmio energetico, il Gruppo Piccola Industria ha organizzato un incontro informativo rivolto a tutte le aziende associate per presentare il Bando, illustrarne i vantaggi e le condizioni di accesso ai finanziamenti.

L’incontro informativo si terrà  Mercoledì 20 maggio 2015 ore16.00 presso la nostra sede.

La partecipazione è gratuita.

Solo per motivi organizzativi invitiamo le imprese interessate a voler compilare l’allegata scheda di partecipazione e restituirla ai nostri uffici ai seguenti recapiti: economico@confindustria.avellino.it o via fax 0825 38253.
Al fine di fornire prime indicazioni sull’argomento, provvediamo a riportare di seguito una sintesi dei contenuti del bando.

I progetti finanziabili, analogamente a quanto previsto nel bando precedente, consistono in programmi integrati d’investimento finalizzati alla riduzione e alla razionalizzazione dell’uso dell’energia primaria all’interno di unità produttive esistenti e devono prevedere spese ammissibili non inferiori a euro 30.000,00.

Prevista la realizzazione di interventi funzionali alla riduzione nominale dei consumi di energia primaria all’interno di un’unità produttiva esistente, ed avere ad oggetto una o più delle seguenti tipologie di interventi:
a) isolamento termico degli edifici al cui interno sono svolte le attività economiche (es. rivestimenti, pavimentazioni, infissi, isolanti, materiali per l’eco-edilizia, coibentazioni compatibili con i processi produttivi);
b) razionalizzazione, efficientamento e/o sostituzione dei sistemi di riscaldamento, condizionamento, alimentazione elettrica, forza motrice ed illuminazione, anche se impiegati nei cicli di lavorazione funzionali alla riduzione dei consumi energetici (es. building automation, motori a basso consumo, rifasamento elettrico dei motori, installazione di inverter, sistemi per la gestione ed il monitoraggio dei consumi energetici);
c) installazione di impianti ed attrezzature funzionali al contenimento dei consumi energetici nei cicli di lavorazione e/o di erogazione dei servizi;
d) installazione, per sola finalità di autoconsumo, di impianti per la produzione e la distribuzione dell’energia termica ed elettrica all’interno dell’unità produttiva oggetto del programma d’investimento, ovvero per il recupero del calore di processo da forni e/o impianti che producono calore, o che prevedano il riutilizzo di altre forme di energia recuperabile in processi ed impianti che utilizzano fonti fossili.
Le spese ammissibili sono quelle relative all’acquisto di nuove immobilizzazioni materiali e immateriali,  rientranti nelle seguenti categorie: a) opere murarie e assimilate b) macchinari, impianti e attrezzature; c) programmi informatici commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa proponente, funzionali al monitoraggio dei consumi energetici d) spese relative ad attivi immateriali aventi ad oggetto servizi di consulenza diretti alla definizione della diagnosi energetica, alla progettazione esecutiva degli interventi e delle opere da realizzare, alle attività di direzione dei lavori, di collaudo e di sicurezza connesse con la realizzazione del programma d’investimento, nonché gli eventuali costi connessi con la progettazione e l’implementazione di un sistema di gestione energetica (nel limite del 10 per cento del totale dei costi ammissibili).

Le agevolazioni sono concesse, nel rispetto dei limiti del Regolamento de minimis. L’agevolazione massima concedibile per ciascuna impresa unica non può in alcun caso superare l’importo di euro 200.000,00, in una delle seguenti forme alternative:
a) per i soli programmi di importo inferiore o uguale a euro 400.000,00, nella forma di contributo in conto impianti per una percentuale nominale massima delle spese ammissibili pari al 50%;
b) finanziamento agevolato per una percentuale nominale massima delle spese ammissibili pari al 75%.
Il finanziamento agevolato deve essere restituito dall’impresa beneficiaria, senza interessi, secondo un piano di ammortamento a rate semestrali costanti scadenti il 31 maggio e il 30 novembre di ogni anno, in un periodo della durata massima di 10 anni a decorrere dalla data di erogazione dell’ultima quota a saldo del finanziamento concesso.
Distinti saluti.

IL DIRETTORE
Dr. Giacinto Maioli
All.c.s.
Scheda di partecipazione


Cerca

Prossimi eventi

Non ci sono eventi in arrivo al momento.