NUOVO PLAFOND PMI. CONVENZIONE ABI-CDP

  • 0

NUOVO PLAFOND PMI. CONVENZIONE ABI-CDP

Category:ECONOMICO
Print Friendly, PDF & Email

ALLE AZIENDE ASSOCIATE
LORO SEDI
Prot. n. II/ 528 /12
Avellino, 22 marzo 2012

OGGETTO: NUOVO PLAFOND PMI. CONVENZIONE ABI-CDP

È stata siglata la convenzione tra ABI – Associazione Bancaria Italiana e CDP – Cassa Depositi e Prestiti –  per l’utilizzo del “Nuovo Plafond PMI”, dotato di 10 miliardi di euro e attraverso il quale CDP erogherà provvista alle banche italiane.
 
Il Nuovo Plafond, dedicato alle PMI rientranti nella definizione comunitaria, è composto da;
– Plafond Investimenti, la cui dotazione ammonta a 8 miliardi di euro e che è finalizzato a facilitare l’accesso al credito delle PMI. In dettaglio, attraverso la provvista erogata da CDP le banche concederanno finanziamenti, anche nella forma del leasing finanziario, legati ad investimenti o ad esigenze di incremento del capitale circolante delle imprese. Le scadenze dei finanziamenti sono: 3, 5, 7 e 10 anni. Il nuovo Plafond Investimenti opera in sinergia con i principali strumenti di garanzia pubblica disponibili: Fondo centrale garanzia, Sace e Ismea: in particolare, in presenza di garanzie prestate da tali fondi, le condizioni economiche applicate da CDP sulla provvista saranno di maggiore favore.

In sostanza, attraverso tale misura viene rinnovato il plafond attivo dalla fine del 2009 e dotato di 8 miliardi che ad oggi è stato quasi interamente erogato alle banche favorendo la concessione di finanziamenti a circa 42mila PMI. Si ricorda peraltro che a tale Plafond aveva aderito la gran parte della rete bancaria: 76% del totale in termini di sportelli e il 92% in termini di quote di mercato;

– Plafond Crediti vs PA, dotato di 2 miliardi che ha l’obiettivo di fornire alla PMI un supporto per mitigare gli effetti negativi dei ritardi nei pagamenti delle Pubbliche Amministrazioni. In tal caso, i finanziamenti erogabili dalle banche attraverso tale specifica provvista dovranno avere la durata di un anno, potranno riguardare operazioni di cessione “pro soluto” di crediti certificati ai sensi del DL 185/2008 e successive modifiche e integrazioni e che dovranno essere pagati dalla Pubblica Amministrazione debitrice entro e non oltre dodici mesi dalla relativa data di certificazione. Sono esclusi i debiti sanitari.

Le condizioni dei finanziamenti saranno determinate dalle banche in funzione del merito di credito delle imprese e del costo della provvista CDP che verrà messa a disposizione delle banche a particolari condizioni di mercato e la cui prima quotazione sarà resa nota sui siti internet di CDP (www.cassaddpp.it) e di ABI (www.abi.it) a partire dal 22 marzo 2012.

ABI e CDP renderanno disponibili, sui propri siti:
– l’elenco delle banche che aderiranno alla convenzione e alle quali le PMI potranno rivolgersi;
– i modelli per la richiesta dei finanziamenti.

Si segnala infine che nei contratti di finanziamento stipulati tra banche e PMI dovrà essere specificato che l’operazione è stata realizzata utilizzando la provvista messa a disposizione da CDP e dovrà essere indicati la durata e il costo della provvista.

Si allegano il comunicato Stampa congiunto di ABI e CDP e una scheda contenente alcune indicazioni in merito alle caratteristiche del nuovo Plafond.

Distinti saluti.

    IL DIRETTORE
Dr. Giacinto Maioli

All.c.s.
Nota ABI – CDP


Prossimi eventi

Non ci sono eventi in arrivo al momento.