PARITÀ UOMO DONNA: ENTRO IL 30 APRILE LA PRESENTAZIONE DEL RAPPORTO BIENNALE SULLA SITUAZIONE DEL PERSONALE

  • 0

PARITÀ UOMO DONNA: ENTRO IL 30 APRILE LA PRESENTAZIONE DEL RAPPORTO BIENNALE SULLA SITUAZIONE DEL PERSONALE

Category:LAVORO E PREVIDENZA
Print Friendly, PDF & Email

ALLE AZIENDE ASSOCIATE
LORO SEDI

Prot. n. I/  702 /12
Avellino, 19  Aprile 2012
OGGETTO: PARITÀ UOMO DONNA: ENTRO IL 30 APRILE LA PRESENTAZIONE DEL RAPPORTO BIENNALE SULLA SITUAZIONE DEL PERSONALE.

Il 30 aprile 2012 scade il termine per la presentazione del rapporto periodico sulla situazione del personale maschile e femminile relativo al biennio 2010-2011, ai sensi dell’art. 9 della legge n. 125/2001 (ora art. 46 del d.lgs. n.198 del 2006, come modificato dal d.lgs. n. 5 del 2010).
Scopo del rapporto è rendere accessibili le informazioni sulla situazione del personale ed ottenere una base di conoscenze per le analisi statistiche, per la programmazione degli interventi di azioni positive ed il loro finanziamento e per la prevenzione delle disparità di trattamento tra uomini e donne sul lavoro.

L’obbligo riguarda tutte le aziende pubbliche e private, comprese le agenzie di somministrazione di lavoro, che occupano più di cento dipendenti.

Il rapporto deve essere redatto secondo le previsioni del decreto del Ministero del Lavoro, D.m. 17 luglio 1996 (pubblicato in G.U., serie generale, n. 174 del 26 luglio 1996) utilizzando le 8 tabelle allegate al decreto.

A tal fine si precisa che la data da prendere a riferimento per la determinazione del numero dei dipendenti in azienda è il secondo anno del biennio di riferimento, ovvero il 31 dicembre 2011.

Tale rapporto deve essere inviato alle rappresentanze sindacali aziendali e alla Consigliera regionale di parità.

L’invio, secondo quanto previsto nel d.lgs. n. 5 del 2010 che ha modificato il d.lgs. n. 198 del 2006 (art. 46 – Rapporto sulla situazione del personale), servirà anche ad elaborare i dati ricevuti dalle aziende e alla successiva trasmissione alla Consigliera nazionale di parità, al Ministero del lavoro e delle politiche sociali e al Dipartimento delle pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Il mancato adempimento dell’obbligo di invio del rapporto biennale è punito con la sanzione amministrativa di cui all’art. 11 Dpr. n. 520/1955 e, nei casi più gravi, con la sospensione per un anno dei benefici contributivi.
Si ricorda che, non sono ad oggi intervenute modifiche per quanto riguarda la definizione del campo di applicazione della normativa, i criteri di computo dei dipendenti e le modalità di adempimento dell’obbligo da parte dei datori di lavoro pertanto le aziende interessate possono far riferimento ai precedenti rapporti ed alle nostre precedenti circolari.
Infine provvediamo a indicare di seguito l’indirizzo a cui inviare il rapporto:
Ufficio Consigliera Regionale di Parità
Regione Campania
Centro Direzionale Isola C3
80142 Napoli
Restiamo a disposizione per ogni ulteriore chiarimento e porgiamo distinti saluti.
 

            IL DIRETTORE
       Dr. Giacinto Maioli


Cerca

Prossimi eventi

Non ci sono eventi in arrivo al momento.