RINNOVO CCNL SETTORE CONCIARIO PER IL TRIENNIO 2010 – 2013

  • 0

RINNOVO CCNL SETTORE CONCIARIO PER IL TRIENNIO 2010 – 2013

Category:LAVORO E PREVIDENZA
Print Friendly, PDF & Email
Prot. n. I/        /11
Avellino, 8 luglio 2011
OGGETTO: RINNOVO CCNL SETTORE CONCIARIO PER IL TRIENNIO 2010 – 2013
Dopo una lunga trattativa, il 28 giugno 2011 è stato firmato a livello nazionale l’ipotesi di accordo per il rinnovo del CCNL conciario scaduto lo scorso 31 ottobre 2010.
Il nuovo contratto decorre dal 1° novembre 2010 e sarà valido per un triennio, fino al 31 ottobre 2013.
Questi gli aumenti retributivi concordati e le relative scadenze.
ANNO 2011
– prima rata di aumento dei minimi contrattuali a decorrere dal 1° luglio 2011
– corresponsione “una tantum” dell’importo forfettario lordo di Euro 150,00 con la retribuzione del mese di settembre 2011. “L’una tantum” sarà corrisposta ai lavoratori in forza al 28 giugno 2010 ed il relativo importo sarà riproporzionato in ratei mensili, per il servizio prestato dal 1° novembre 2010 al 28 giugno 2011, considerando come mese intero i periodi di lavoro superiori a 15 giorni e ridotta nel caso di assenze che non danno diritto alla retribuzione.
L’importo della “una tantum” non sarà utile ai fini del computo di tutti gli istituti differiti compreso il TFR.
ANNO 2012
– seconda rata di aumento dei minimi contrattuali a decorrere dal 1° gennaio 2012.
ANNO 2013
– terza ed ultima rata di aumenti dei minimi contrattuali a decorrere dal 31 ottobre2013
– scadenza CCNL 31/12/2013
Tra le novità più significative Vi segnaliamo:
– Iniziative nell’ambito delle Relazioni Industriali con particolare riferimento ai miglioramenti dei livelli di tutela della sicurezza e rispetto del principio di pari opportunità
– Riduzione del periodo di prova in caso di riassunzione di lavoratori che abbiano avuto precedenti esperienze lavorative presso la stessa azienda e nella medesima mansione anche con contratti a termine, si somministrazione, ecc.
– Agli apprendisti viene esteso lo stesso trattamento di malattia riconosciuto agli operai. 
– La contrattazione di secondo livello avrà durata triennale salvo diversa indicazione delle parti.
– Conto ore – tramite l’accordo con la RSU è possibile prevedere l’istituzione di un conto ore individuale in cui far confluire le ore di lavoro straordinario, da recuperare sotto forma di riposi compensativi, fermo restando che nel mese di svolgimento per le ore eccedenti le 40 ore settimanali sarà corrisposta solo la relativa maggiorazione. Le ore di straordinario per manutenzione e inventario sono escluse dall’istituto del conto ore.
– I provvedimenti disciplinari potranno essere comminati decorsi i 5 giorni dalla contestazione  scritta al lavoratore ed entro un termine massimo di trenta giorni.
In allegato Vi trasmettiamo le tabelle aggiornate dei minimi contrattuali alle diverse scadenze.
Distinti saluti.
IL DIRETTORE
Dr. Giacinto Maioli
All.c.s.
Tabelle minimi


Cerca

Prossimi eventi

Non ci sono eventi in arrivo al momento.