BANDI DI SELEZIONE PER IL BIENNIO 2019-2021 ITS ANTONIO BRUNO

  • 0

BANDI DI SELEZIONE PER IL BIENNIO 2019-2021 ITS ANTONIO BRUNO

Category:ATTIVITA' ASSOCIATIVE,NEWS
Print Friendly, PDF & Email

Da: news@confindustria.avellino.it <news@confindustria.avellino.it> Inviato: martedì 3 settembre 2019 12:54

Gent.mi associati,

abbiamo il piacere di informarvi che l’ ITS Antonio Bruno – di cui Confindustria Avellino è stata promotrice ed è socia insieme a molte aziende associate – ha pubblicato due nuovi bandi per la selezione dei suoi futuri studenti.

Gli ITS – Istituti Tecnici Superiori sono Percorsi di Specializzazione Tecnica Post Diploma di alta tecnologia finalizzati alla formazione di supertecnici con competenze high tech. Al termine dei percorsi biennali si consegue il “Diploma di Tecnico Superiore” con la certificazione delle competenze corrispondenti al V livello del Quadro europeo delle qualifiche.
La partecipazione ai corsi di studi è riservata a giovani dai 18 ai 35 anni in possesso di titolo di studi di scuola secondaria superiore, avviene dopo una selezione per titoli ed esami sulla base del bando reperibile sul sito internet della fondazione ( <www.itsantoniobruno.it> www.itsantoniobruno.it ) ed in scadenza il prossimo 20 settembre. Il bando ha lo scopo di formare una graduatoria di merito per l’assegnazione di massimo 25 posti complessivi.

I profili formativi del biennio di studi 2019-2021 sono:

• TECNICO SUPERIORE PER LA MANUTENZIONE SECONDO LE TECNOLOGIE DI INDUSTRY 4.0;
Il principale risultato atteso è quello di formare un profilo professionale in uscita con solide competenze di base di tipo trasversale (economiche, giuridiche, organizzative, gestionali, tecnologiche e scientifiche), con robuste competenze di tipo trasversale legate al settore dell’automazione industriale e della meccatronica e con competenze più specialistiche legate alla manutenzione, che gli consentiranno di trovare una collocazione, oltre che negli sbocchi generali dell’area, soprattutto nell’ambito della manutenzione degli impianti e dei macchinari presso aziende sia grandi che medio/piccole o presso aziende che si occupano del servizio di assistenza tecnica, potendo spendere competenze innovative chiave riassumibili in tre macro aree, tutte fortemente orientate verso i nuovi paradigmi dell’Industry 4.0:
1) operare nell’ambito della manutenzione dei sistemi di automazione meccatronici presenti nei moderni processi produttivi (smart factory);
2) utilizzare sistemi di automazione meccatronici nell’ambito della gestione di moderni processi di produzione, anche attraverso le applicazioni delle tecnologie digitali di Industry 4.0;
3) utilizzare le conoscenze sui linguaggi di programmazione e relativi ambienti di sviluppo per realizzare la programmazione di applicazioni industriali, anche in ottica IoT.

• TECNICO SUPERIORE PER L’AUTOMAZIONE INTEGRATA IN OTTICA INDUSTRY 4.0

Il principale risultato atteso è quello di formare un profilo professionale in uscita con solide competenze di base di tipo trasversale (economiche, giuridiche, organizzative, gestionali, tecnologiche e scientifiche), con robuste competenze di tipo trasversale legate al settore dell’automazione industriale e della meccatronica e con competenze più specialistiche legate alla robotica industriale, che gli consentiranno di trovare una collocazione, oltre che negli sbocchi generali dell’area, soprattutto nell’ambito dello sviluppo e configurazione dei sistemi di automazione robotizzata, nonché nella gestione, programmazione e manutenzione di impianti robotizzati, sia nelle piccole che nelle grandi imprese, potendo spendere competenze innovative chiave riassumibili in tre macro aree, tutte fortemente orientate verso i nuovi paradigmi dell’Industry 4.0:
1) operare nell’ambito dello sviluppo di sistemi di automazione, con particolare riferimento agli impianti robotizzati, anche con l’utilizzo delle moderne tecnologie di modellazione e simulazione;
2) utilizzare e manutenere sistemi di automazione meccatronici e robotizzati nell’ambito della gestione di moderni processi di produzione, anche attraverso le applicazioni delle tecnologie digitali di Industry 4.0;
3) utilizzare le conoscenze sui linguaggi di programmazione e relativi ambienti di sviluppo per realizzare la programmazione di applicazioni industriali, anche in ottica IoT.
Il percorso di studi della durata di 2000 ore prevede 800 ore di tirocinio formativo curriculare da svolgersi presso le aziende che ne faranno richiesta
(sarà data priorità alle aziende socie).

Per ogni ulteriore informazione o approfondimento per questa opportunità offerta a giovani e imprese del territorio è possibile contattare la dr.ssa Maddalena Chiumiento allo 0825785514.

Distinti saluti
Il Direttore
Giacinto Maioli


Cerca

Prossimi eventi

Non ci sono eventi in arrivo al momento.