COLLEGATO FISCALE, CREDITO DI IMPOSTA PER GLI INVESTIMENTI IN PUBBLICITÀ

  • 0

COLLEGATO FISCALE, CREDITO DI IMPOSTA PER GLI INVESTIMENTI IN PUBBLICITÀ

Category:ECONOMICO,NEWS
Print Friendly, PDF & Email

Avellino, 23 ottobre 2017

Con il Collegato fiscale, DL del 16/10/2017, è stata modificata la disciplina del “bonus pubblicità” già previsto dalla Manovra Correttiva 2017.

L’incentivo fiscale potrà essere fruito da imprese e professionisti anche per gli investimenti sui giornali digitali. Nella versione previgente della norma, invece, non si faceva esplicito riferimento alle testate on line. Viene, inoltre, previsto l’allungamento del periodo in cui è riconosciuto il vantaggio fiscale, che riguarderà gli investimenti effettuati dal 24 giugno 2017 al 31 dicembre 2017 (e non a partire dal 2018, come previsto dalla norma originaria).

Il credito d’imposta sarà riconosciuto esclusivamente in relazione agli investimenti incrementali; spetterà solo se il valore degli investimenti pubblicitari effettuati nel periodo interessato è superiore almeno dell’1% rispetto al valore degli investimenti, di analoga natura, effettuati nell’anno precedente.

La platea dei beneficiari interessati dall’agevolazione è molto ampia. Il credito di imposta spetta sia ai soggetti titolari di reddito di impresa – indipendente dalla forma giuridica, dal settore economico di appartenenza e dal regime contabile adottato – che agli esercenti arti e professioni.

La misura del credito d’imposta resta confermata ed è pari al 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati, innalzato al 90% nel caso di micro, piccole e medie imprese e start up innovative.

L’incentivo, che potrà essere utilizzato esclusivamente in compensazione ai sensi dell’art. 17, D.Lgs. n. 241/1997, non è automatico: ai fini del suo riconoscimento infatti dovrà essere presentata un’apposita istanza al Dipartimento per l’informazione e l’editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Le modalità e i criteri di attuazione dell’agevolazione – con particolare riguardo agli investimenti che danno accesso al beneficio, ai casi di esclusione, alle procedure di concessione e di utilizzo del beneficio, alla documentazione richiesta, all’effettuazione dei controlli – saranno definiti con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dello sviluppo economico, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, che dovrebbe essere adottato, nei prossimi giorni.

Sarà nostra cura aggiornarVi sull’emanazione di detto provvedimento.

Distinti saluti.

 


Prossimi eventi

Non ci sono eventi in arrivo al momento.