Covid-19: Ulteriori misure urgenti connesse all’emergenza epidemiologica – Decreto Legge n. 157 del 30 novembre 2020

  • 0

Covid-19: Ulteriori misure urgenti connesse all’emergenza epidemiologica – Decreto Legge n. 157 del 30 novembre 2020

Category:LAVORO E PREVIDENZA,NEWS
Print Friendly, PDF & Email

Vi comunichiamo che in data 30 novembre 2020 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 297 il Decreto Legge n. 157, che interviene con ulteriori disposizioni ed un ulteriore stanziamento di risorse per fronteggiare le conseguenze economiche nei settori più colpiti dall’emergenza epidemiologica.
Il suddetto Decreto Legge è entrato in vigore il giorno stesso della sua pubblicazione.
In particolare Vi segnaliamo le seguenti disposizioni in materia fiscale e contributiva:
Proroga del termine di versamento del secondo acconto delle imposte sui redditi e dell’IRAP
Per i soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione, che hanno il domicilio fiscale, la sede legale o la sede operativa nel territorio dello Stato, il termine di versamento della seconda o unica rata dell’acconto delle imposte sui redditi e dell’IRAP scaduta il 30 novembre 2020 è prorogato al 10 dicembre 2020.
Per i soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione, che hanno il domicilio fiscale, la sede legale o la sede operativa nel territorio dello Stato, con ricavi o compensi non superiori a 50 milioni di euro nel periodo d’imposta precedente a quello in corso alla data di entrata in vigore del presente decreto e che hanno subito una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi di almeno il 33% nel primo semestre dell’anno 2020 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, il termine di versamento della seconda o unica rata dell’acconto delle imposte sui redditi e dell’IRAP, dovuto per il periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2019, è prorogato al 30 aprile 2021.
I versamenti sospesi sono effettuati, senza applicazione di sanzioni e interessi, in un’unica soluzione entro il 30 aprile 2021. Non si fa luogo al rimborso di quanto già versato.
Sospensione dei versamenti tributari e contributivi in scadenza nel mese di dicembre
Per i soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione, che hanno il domicilio fiscale, la sede legale o la sede operativa nel territorio dello Stato, con ricavi o compensi non superiori a 50 milioni di euro nel periodo d’imposta precedente a quello in corso alla data di entrata in vigore del presente decreto e che hanno subito una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi di almeno il 33% nel mese di novembre dell’anno 2020 rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, sono sospesi i termini che scadono nel mese di dicembre 2020 relativi:
a. ai versamenti delle ritenute alla fonte e delle trattenute relative all’addizionale regionale e comunale; b. ai versamenti dell’IVA; c. ai versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali.
Tali versamenti sono sospesi anche per i soggetti che hanno intrapreso l’attività in data successiva al 30 novembre 2019.
I versamenti sospesi sono effettuati, senza applicazione di sanzioni e interessi, in un’unica soluzione entro il 16 marzo 2021 o mediante rateizzazione, fino ad un massimo di 4 rate mensili di pari importo, con il versamento della prima rata entro il 16 marzo 2021. Non si fa luogo al rimborso di quanto già versato.
Proroga del termine per la presentazione della dichiarazione in materia di imposte sui redditi e IRAP
Il termine per la presentazione della dichiarazione dei redditi e dell’IRAP è posticipato al 10 dicembre 2020.
Per un maggior approfondimento Vi trasmettiamo in allegato il testo del Decreto Legge citato estratto dalla Gazzetta Ufficiale.
Distinti saluti.
Il Vice Direttore Crescenzo Ventre


Cerca

Prossimi eventi

Non ci sono eventi in arrivo al momento.