DECRETO MINISTERIALE 26 FEBBRAIO 2010 SULL’OBBLIGO PER I MEDICI DI INVIO TELEMATICO DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL’INPS – CIRCOLARE INPS N. 119 DEL 7 SETTEMBRE 2010.

  • 0

DECRETO MINISTERIALE 26 FEBBRAIO 2010 SULL’OBBLIGO PER I MEDICI DI INVIO TELEMATICO DEI CERTIFICATI DI MALATTIA ALL’INPS – CIRCOLARE INPS N. 119 DEL 7 SETTEMBRE 2010.

Category:LAVORO E PREVIDENZA
Print Friendly, PDF & Email

Prot. N. I/2209/2010

 

Con la circolare INPS n.60 del 16 aprile sono state fornite le indicazioni per la  trasmissione telematica all’INPS, tramite il SAC, delle certificazioni di malattia da parte dei medici dipendenti del SSN o in regime di convenzione ai sensi del DM Sanità 26 febbraio 2010. 

In attuazione del suddetto decreto, l’INPS ha messo a disposizione dei datori di lavoro, sia privati che pubblici, le attestazioni di malattia relative ai certificati trasmessi dal medico curante, attraverso l’accesso al portale INPS www.inps.it – servizi on-line, previa autorizzazione ed attribuzione di un PIN. 

Quanto agli obblighi del dipendente, il decreto ribadisce l’obbligo del lavoratore di produrre l’attestazione di malattia cartacea ai propri datori di lavoro nei termini previsti dalla legge (entro 2 giorni dal rilascio), a meno che l’azienda sia stata autorizzata all’accesso al portale INPS. 

Peraltro, sia perché non tutti i medici utilizzano la procedura telematica, sia i per riflessi di natura lavoristico/contrattuale, abbiamo ribadito che continua a sussistere l’obbligo del lavoratore di certificare l’assenza per malattia entro i termini previsti dalla contrattazione collettiva e di legge, a prescindere dall’adesione o meno del datore di lavoro alla procedura informatica (cfr. news del 12 luglio 2010). 

D’altronde, il quadro normativo dell’intera materia non è completo: è infatti ancora all’esame del Senato l’art. 24 del disegno di legge 1167/B bis A(cd.collegato lavoro),ove si prevede che per il rilascio e la trasmissione dell’attestazione della malattia al settore privato si applicano le disposizioni di cui all’art. 55septies del Decreto Legislativo 30 marzo 2001 n. 165 “Norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche”.E’ quindi anche da individuare la portata per il settore privato di tale riferimento normativo: questione che  Confindustria ha posto ufficialmente al Ministero del Lavoro e all’INPS.  

 

Da ultimo, con la circolare n.119 del 7 settembre c.m., l’INPS ha dato indicazioni in merito al flusso di invio alla casella di Posta elettronica Certificata indicata dal datore di lavoro delle attestazioni di malattia, quale ulteriore modalità prevista dal suddetto DM 26 febbraio 2010. 

La richiesta di invio degli attestati tramite PEC deve essere inoltrata all’indirizzo di Posta certificata di una Sede INPS e deve avvenire utilizzando lo stesso indirizzo di PEC al quale dovranno essere destinati i documenti telematici ricevuti dai medici. 

Va comunque ancora una volta confermato che, stante la perdurante situazione di incompleta  definizione normativa ed operativa sopra ricordata , il lavorate è tenuto a certificare al datore di lavoro l’assenza per malattia entro le scadenze contrattuali e di legge.

 

Distinti saluti.

 

    IL DIRETTORE

Dr. Giacinto Maioli

 


Cerca

Prossimi eventi

Non ci sono eventi in arrivo al momento.