INAIL – FINANZIAMENTI DEI PROGETTI PER LA SICUREZZA – BANDO ISI 2010 – CRITICITÀ

  • 0

INAIL – FINANZIAMENTI DEI PROGETTI PER LA SICUREZZA – BANDO ISI 2010 – CRITICITÀ

Category:Senza categoria

 

ALLE AZIENDE ASSOCIATE
LORO SEDI

Prot n. II/   87 /11
Avellino, 14 gennaio 2011

OGGETTO: INAIL – FINANZIAMENTI DEI PROGETTI PER LA SICUREZZA – BANDO ISI 2010 – CRITICITÀ

Facciamo seguito alla nostra circolare Prot. II/ 14 /2011 inerente i bandi Inail per la sicurezza per il 2010 per informarVi che sono giunte numerose segnalazioni relative al fatto che, sia nella fase di predisposizione delle domande che in quella di effettivo invio della richiesta di finanziamento, il sistema informatico dell’Istituto non è stato in grado di assorbire l’enorme quantità di istanze.

Molte aziende, infatti, non hanno potuto inoltrare la domanda a causa del blocco del sistema, prima ancora dell’esaurimento delle risorse disponibili.

Confindustria non aveva mancato di segnalare all’Inail che si sarebbero verificati problemi per le imprese a seguito della scelta di questo strumento per la selezione delle domande e della procedura del bando “a sportello”.

Inoltre nello scorso mese di dicembre Confindustria aveva chiesto all’Istituto di spostare il “click day” in considerazione dell’imminente periodo feriale, delle numerose incombenze che gravano sulle aziende nel mese di dicembre e della scarsa disponibilità di tempo per predisporre i progetti.

Anche nei giorni precedenti il 12 gennaio, in sede di Consiglio Nazionale di indirizzo e vigilanza dell’Istituto e poi direttamente, Confindustria ha avanzato una nuova richiesta di procrastinare il momento di avvio della procedura di presentazione delle domande, in considerazione delle criticità legate a fatti tecnici riscontrate dalle aziende e dallo stesso call center dell’Inail.

A fronte delle criticità previste e ora segnalate dal sistema, provvederemo a chiedere all’Istituto i motivi delle cause del disservizio, anche attraverso il monitoraggio e l’analisi delle domande effettivamente presentate, al fine di garantire, immediatamente e nel futuro, il rispetto della par condicio nella procedura di gara anche modificando i criteri oggi utilizzati e di consentire di accelerare i tempi di programmazione degli ulteriori finanziamenti.

Ci riserviamo di fornire tempestivamente ulteriori informazioni sulla base delle indicazioni che Confindustria riceverà dall’Istituto.

 

Distinti saluti.

   IL DIRETTORE

Dr. Giacinto Maioli