INTERPELLO SUL LAVORO NOTTURNO. RISPOSTA DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE.

  • 0

INTERPELLO SUL LAVORO NOTTURNO. RISPOSTA DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE.

Category:LAVORO E PREVIDENZA
Print Friendly, PDF & Email

ALLE AZIENDE ASSOCIATE

LORO SEDI 

Prot. N. I/ 2024 /10

Avellino, 26 agosto 2010 

Vi segnaliamo che CONFINDUSTRIA ha presentato un interpello in merito al trattamento fiscale delle somme erogate ai dipendenti per lavoro notturno ed al loro assoggettamento ad imposizione sostitutiva IRPEF, ai sensi dell’art. 2 comma 1, lett.c) del DL n. 93/2008 convertito nella legge n. 126/2008 – nonché per quanto riguarda le agevolazioni relative a prestazioni di lavoro straordinario riconducibili ad incrementi di produttività, innovazione ed efficienza organizzativa e altri elementi di competitività e redditività legato all’andamento economico dell’impresa.

L’Agenzia delle Entrate nella risposta scritta all’interpello, condivisa con il Ministero del Lavoro, sulla base dell’interpretazione delle precedenti Circolari Ministeriali n. 49/2008 e 59/2008, ha chiarito che rientrano nell’ambito di applicazione dell’agevolazione sia il compenso ordinario, sia la maggiorazione per il lavoro notturno, così come definito dalla contrattazione collettiva. Tale regime agevolato si applica sia nei casi in cui il lavoro notturno è prestato nell’ambito dell’ordinaria organizzazione dell’orario di lavoro su turni, sia quando sia reso da lavoratori non turnisti ovvero sia svolto solo occasionalmente.

Pertanto, alla luce di tale interpretazione retroattiva della norma, i lavoratori dipendenti che hanno subito sui compensi per lavoro notturno la tassazione ordinaria in luogo di quella sostitutiva, potranno recuperare le maggiori imposte pagate in sede di dichiarazione dei redditi, presentando una dichiarazione integrativa per gli anni passati, ovvero avvalendosi dell’istanza di rimborso ai sensi dell’art. 38 del DPR n. 602/1973.

A tal fine, i datori di lavoro certificheranno l’importo delle somme erogate negli anni passati per lavoro notturno, sulle quali hanno applicato la tassazione ordinaria in luogo di quella sostitutiva sull base della precedente interpretazione.

L’Agenzia delle Entrate non ha fornito specifiche indicazioni in merito agli adempimenti che i sostituti d’imposta dovranno seguire. 

Per completezza di informazione si allega il testo completo della risposta dell’Agenzia delle Entrate.

Distinti saluti.

 IL DIRETTORE

Dr. Giacinto Maioli

 All.c.s.

Risposta a interpello


Cerca

Prossimi eventi

Non ci sono eventi in arrivo al momento.