Sette giorni – newsletter di Confindustria del 28 settembre 2018

  • 0

Sette giorni – newsletter di Confindustria del 28 settembre 2018

Category:NEWS,SETTEGIORNI
Print Friendly, PDF & Email

I temi della settimana

MANOVRA: AUMENTO DEFICIT E’ GIUSTIFICATO SE CI SONO INVESTIMENTI E CRESCITA, ALTRIMENTI E’ SPRECO E NON C’E’ DA ESULTARE tag: conti pubblici, crescita, occupazione, reddito cittadinanza, investimenti
Il governo deve esultare quando realizza risultati, non quando fa manovre: perché un governo si misura dai risultati. Dovremo dimostrare all’Europa che la manovra non è solo spesa ordinaria e spreco, ma avrà un impatto positivo. Cosi il Presidente Boccia ha commentato a caldo al World Manufacturing Forum, l’approvazione del Def che prevede un rapporto deficit/PIL al 2,4%. Devono dimostrare che che l’impatto economico è positivo nei fatti, e questa è la sfida del governo. Non è tanto importante lo sforamento di un punto ma quanto i risultati che ne deriveranno grazie all’uso di risorse in termini intelligenti per il Paese. Se invece questa è solo spesa ordinaria e spreco non farà altro che aumentare il debito pubblico e ridurre la crescita e l’occupazione. Per quanto riguarda il reddito di cittadinanza occorre evitare che sia un disincentivo al lavoro.
MANOVRA: POSITIVO SE NON VIENE SMANTELLATA INDUSTRIA 4.0, MA ASPETTIAMO I TESTI tag: industria, incentivi, investimenti
Non siamo entrati nel merito dei testi, ma pare che l’impianto del piano Industria 4.0 tenga. Cosi il Presidente Boccia commenta gli annunci seguiti all’approvazione del Def. Se sarà così per noi è un fatto positivo che non venga smantellato in questo momento in cui le imprese ne hanno veramente bisogno. Se nella manovra c’è una rimodulazione del programma valuteremo gli effetti, perché Industria 4.0 non sono incentivi a fondo perduto, ma una leva di politica fiscale per accelerare investimenti nel nostro Paese, che sta funzionando molto bene.
MANOVRA: MERCATI NERVOSI, GOVERNO CHIARISCA IMPATTI tag: spread, borsa, crescita, investimenti, Tria
I mercati dopo il varo della nota di aggiornamento del Def scontano un nervosismo forse eccessivo e per questo sarebbe opportuno che il governo facesse comprendere l’impatto di questa manovra, cioè gli effetti sull’economia reale, e se ci saranno più crescita, più occupazione. Così Boccia, a margine del World Manufacturing Forum a Cernobbio, ha commentato il forte rialzo dello spread tra Btp e Bund tedesco, che ha superato quota 270 punti sulla scia dei timori per il deficit italiano alzato al 2,4%. Se incrementa lo spread aumenta il costo del denaro, e quindi c’è un danno per via indiretta anche alle imprese. Al contrario lo spread si potrebbe calmierare se si riuscisse a spiegare la manovra nella logica di una attenzione alla crescita. Le dimissioni del Ministro Tria non sono neanche da prendere in considerazione, perché questo peggiorerebbe molto la situazione sui mercati.
CLASS ACTION: E’ PUNITIVA PER LE IMPRESE, CI AUGURIAMO CORREZIONI tag: imprese, giustizia, norme, parlamento, maggioranza
La riscrittura delle norme sulla class action sembra essere concepita in modo punitivo verso le imprese. Il progetto di legge è stato approvato in commissione giustizia della Camera e da lunedì sarà in aula. Tre i nodi più importanti: la possibilità di aderire dopo la sentenza, la scelta di imporre il pagamento di un compenso agli avvocati se la causa va a buon fine, la retroattività delle norme. Non siamo contrari a intervenire sulle norme attuali, ma abbiamo rilevato alcune criticità molto chiare che sono rimaste finora irrisolte. Sono questioni di portata generale e di buon senso e data la rilevanza trasversale di questi temi per il mondo delle imprese ci auguriamo che anche la maggioranza possa condividerle e portarle avanti.
VERSO EXPO DUBAI 2020: ACCORDO CONFINDUSTRIA-COMMISSARIATO GENERALE PER VALORIZZARE IMPRESE ITALIANE tag: imprese, export, made in Italy
Presentare l’eccellenza dell’industria italiana all’Esposizione Universale di Dubai in programma nel 2020: è questo l’obiettivo prioritario dell’intesa siglata da Confindustria e dal Commissariato Generale per la partecipazione italiana a Expo Dubai 2020. Con la firma di questo protocollo, Confindustria avvierà un percorso di attività che coinvolgerà tutte le associazioni dei settori di riferimento con l’obiettivo di dare un contributo concreto in qualità di partner del Commissariato per consolidare e valorizzare la partecipazione dell’Italia a EXPO 2020 e anche favorendo la promozione delle tematiche condivise nel tessuto sociale, produttivo ed istituzionale.


Prossimi eventi

Non ci sono eventi in arrivo al momento.