TRASMISSIONE PROSPETTO INFORMATIVO DISABILI. SCADENZA 31.01.2011 – DECRETO INTERMINISTERIALE 2.11.2010. NUOVE MODALITA’ OPERATIVE PER L’INVIO TELEMATICO – CIRCOLARE MINISTERO DEL LAVORO 14.12.2010

  • 0

TRASMISSIONE PROSPETTO INFORMATIVO DISABILI. SCADENZA 31.01.2011 – DECRETO INTERMINISTERIALE 2.11.2010. NUOVE MODALITA’ OPERATIVE PER L’INVIO TELEMATICO – CIRCOLARE MINISTERO DEL LAVORO 14.12.2010

Category:LAVORO E PREVIDENZA

ALLE AZIENDE ASSOCIATE
LORO SEDI

Prot. n. I/   147       /11
Avellino, 24 gennaio 2010

OGGETTO: TRASMISSIONE PROSPETTO INFORMATIVO DISABILI. SCADENZA 31.01.2011 – DECRETO INTERMINISTERIALE 2.11.2010. NUOVE MODALITA’ OPERATIVE PER L’INVIO TELEMATICO – CIRCOLARE MINISTERO DEL LAVORO 14.12.2010.

Vi ricordiamo che il 31 gennaio p.v. scade il termine per l’invio telematico del prospetto informaitivo dei lavoratori disabili di cui all’art. 9 della legge 68/99 come modificato dall’art. 40 del DL n. 122/08 convertito nella legge n. 133/08.

Con il Decreto Interministeriale 2 novembre 2010 è stato approvato e definito il nuovo modello del prospetto informativo, che deve essere trasmesso esclusivamente in via telematica. Pertanto dalla data di entrata in vigore di tale decreto sono abrogati tutti i modelli preesistenti.

Il Decreto Interministeriale 2 novembre 2010 è stato oltre alla parte del testo si compone di una serie di allegati che comprendono le varie specifiche del nuovo modello. Il Ministero del lavoro in data 14.12.2010 ha emanato una specifica circolare a cui è allegato il documento “Modelli e Regole” nel quali vengono specificati gli aspetti tecnici, procedurali e gestionali del nuovo modello adottato.

Da un primo esame del nuovo modello da trasmettere on line, si rileva che sono stati definiti tutti i vari aspetti relativi alla situazione delle assunzioni di disaabili e categorie protette, con l’introduzione di un nuovo assetto della comunicazionee la previsione di appositi campi in cui, in base ai dati inseriti, saranno evidenziate in via automatica le eventuali scoperture.
Provvediamo a riepilogare di seguito le principali disposizioni normative.

– Soggetti obbligati

In base alle disposizioni della legge 133/08 i soggetti obbligati all’invio telematico del prospetto informativo sono i datori di lavoro pubblici e privati che occupano a livello nazionale almeno 15 dipendenti costituenti la base di computo, con riferimento alla situazione in atto al 31 dicembre dell’anno precedente.

I datori pubblici e privati che, rispetto all’ultimo prospetto annuale inviato, non hanno subito cambiamenti nella situazione occupazionale tale da modificare l’obbligo o da incidere sul confronto della quota di riserva, non sono tenuti all’invio del prospetto informativo.

Ricordiamo inoltre che in caso di insorgenza di nuovi obblighi di assunzione entro 60 giorni dal verificarsi della scopertura, vi è l’obbligo dell’invio della richiesta di assunzione e non quella dell’invio del prospetto.

– Termini e modalità di comunicazione

I datori di lavoro possono adempiere all’obbligo dell’invio telematico del prospetto informativo direttamente o tramite i soggetti obbligati (consulenti, ecc).

Il termine per la trasmissione che può avvenire solo in via telematica è il 31 gennaio p.v.  Solo per l’anno 2011 l’invio del prospetto informativo è già consentito a partire dal 15 gennaio. L’invio telematico deve essere effettuato compilando il modulo on line mediante la soluzione applicativa messa a disposizione dai servizi informatici. Dopo l’inoltro verrà rilasciata una ricevuta di avvenuta trasmissione indicante le data e l’ora di ricezione nel rispetto della normativa vigente che fa fede per documentare l’avvenuto adempimento dell’obbligo di legge e non sarà seguito da alcun documento cartaceo.

Ogni prospetto inviato viene contrassegnato con un codice univoco a livello nazionale che ne consente la puntuale identificazione.

In caso di mancato funzionamento dei servizi informatici saranno pubblicati i periodi (data, ore e minuti) in cui si sono verificati i malfunzionamenti  ed i soggetti obbligati effettuano l’adempimento il primo giorno utile.

– Sanzioni
Il ritardato (o mancato) invio del prospetto informativo è punito con la sanzione amministrativa di euro 635,11 maggiorato di euro 30,76 per ogni giorno di ritardo. Gli importi delle sanzioni sono stati adeguati con il DM 15.12.2010. Tale sanzione non si applica ai datori di lavoro che occupando da 15 a 35 dipendenti alla data di entrata in vigore della legge 68/1999, non effettuino “nuove assunzioni”.

Provvediamo ad allegare in formato elettronico:
–  il DM 2 novembre 2010
– La circolare esplicativa del Ministero del lavoro  14.12.2010
Per ogni ulteriore informazione tenico opertiva si rinvia al portale www.cliclavoro.gov.it per un contatto diretto con gli utenti è attiva la e-mail istituzionale co@lavoro.gov.it

Nel restare a disposizione per ogni ulteriore chiarimento si porgano distinti saluti.

IL DIRETTORE
Dr. Giacinto Maioli

All.c.s.
DM 02/11/2010
Circolare 14.12.2010