Author Archives: admin

  • 0

Retindustria- Edenred

Category:Convenzioni

Inventore di Ticket Restaurant e di soluzioni per il welfare aziendale, Edenred sviluppa programmi destinati a migliorare l’efficienza di ogni tipo di organizzazione e ad aumentare il potere di acquisto delle persone. I Numeri in Italia + 150.000 partner affiliati + 60.000 aziende clienti + 1.500.000 utilizzatori ogni giorno Confindustria ha stipulato una speciale convenzione con Edenred per offrire agli associati i seguenti prodotti a condizioni particolarmente vantaggiose:

Allegati


  • 0

Rassegna Stampa Locale 19 febbraio 2019

Category:NEWS,Rassegna Stampa
Rassegna Stampa Locale 19/02/2019

Allegati


  • 0

Retindustria – ENI

Category:Convenzioni

La convenzione 2019 con Eni SpA – Refining & Marketing prevede una proposta commerciale esclusiva dedicata agli Associati Confindustria relativa alle carte di pagamento multicard, multicard easy ed ai Buoni Carburante Elettronici e Voucher Carburante Digitali

Allegati


  • 0

Newsletter Campania 16 Febbraio 2019

Category:ILDENARO,NEWS
Pubblichiamo la newsletter settimanale de Il Denaro da diffondere tra le aziende associate.
www.ildenaro.it/newsletters/2019/confindustria/classica/57/confindustria57.htm


  • 0

Sette giorni – newsletter di Confindustria del 15 febbraio 2019

Category:NEWS,SETTEGIORNI
Roma, 15 febbraio 2019
I temi della settimana
ITALIA-FRANCIA: IL 28 A PARIGI IL BILATERALE CONFINDUSTRIA – MEDEF. RIANNODARE I FILI tag: governo, Francia, economia, export
E’ previsto dal 28 febbraio al 1 marzo a Versailles l’annunciato vertice bilaterale organizzato da Confindustria e dalla corrispettiva francese. Dopo le aspre polemiche tra i due governi, che si sono concluse con il ritiro dell’ambasciatore francese in Italia, potrebbe davvero essere l’occasione per riannodare i fili. Il programma, ancora in via di definizione, prevede quattro bilaterali: Vincenzo Boccia e l’omologo Geoffroy Roux de Bézieux; gli stessi ambasciatori italiano e francese; i ministri dell’Economia Tria e Le Maire; il premier di Parigi Edouard Philippe (in mancanza di Conte) dovrebbe confrontarsi con il sottosegretario Giancarlo Giorgetti. Siamo un Paese che esporta beni e servizi per 550 miliardi, di cui 450 dalla manifattura. La Francia, col 10% , è il secondo paese per livelli di export dall’Italia. Le tensioni vanno assolutamente sanate e evitati incidenti con un Paese al quale ci legano profondi interessi: siamo fondatori dell’Europa e grandi partner commerciali.
ECONOMIA: PAESE E’ FERMO. ALIBI NON BASTANO, UNA SCOSSA CON INVESTIMENTI E INFRASTRUTTURE tag: infrastrutture, governo, economia, pil, recessione, CDP
C’è una fase internazionale complessa, Il paese è fermo e tutti gli indicatori economici dalla produzione, alla fiducia stanno virando in negativo. Il Governo deve capire che è finito il tempo degli alibi. Cosi il Presidente Boccia ha commentato i dati sul crollo della produzione industriale e la fiducia delle imprese. Ci vorrebbe una manovra compensativa, con l’arrivo della recessione, infatti non si può fare una manovra aggiuntiva che aumenti il deficit e il debito. In uno spirito costruttivo chiediamo un confronto al Governo sulle misure della crescita. In praticare si dovrebbe discutere di un piano infrastrutturale: solo per parlare delle opere sopra 100 milioni di euro, ci sono 26 miliardi già stanziati con i quali si potrebbero aprire i cantieri e far crescere il Pil di un punto in 3 anni. Con i lavori sotto i 100 milioni e un uso intelligente dei fondi di coesione europea, si potrebbe fare molto di più. Sbloccando Tav e trivelle, si avrebbero 450 mila posti di lavoro aggiuntivi. Torniamo a parlare di investimenti pubblici e privati e di come far ripartire l’Economia. In questa direzione potrebbe essere interessante l’annuncio dalle pagine del Sole24ore dell’AD di Cassa Depositi e Prestiti di un piano di supporto all’Industria. Confindustria è pronta a dialogare e lavorare insieme.
TAV: ANALISI COSTI BENEFICI NON GUARDA AL FUTURO E AL LAVORO. ITALIA COSI’ E’ TAGLIATA FUORI tag: infrastrutture, governo, Francia, economia, lavoro
Per il sì del Governo alla Tav Torino-Lione basta un dato: a regime creerà cinquantamila posti di lavoro. È quanto ha sottolineato il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia dopo la pubblicazione dell’analisi costi- benefici del Ministero dei Trasporti che ha bocciato la Tav, ipotizzando una bassa remuneratività. Auspichiamo che il Governo abbia un’unica e grande priorità: occupazione e lavoro. Se per il Governo basta un’analisti costo-opportunità, alle imprese serve che venga messa al centro, in una fase delicata dell’economia, la crescita. Senza connessioni veloci l’Italia è tagliata fuori. L’analisi costi-benefici non risolve il problema politico con l’Europa e con i territori coinvolti. La scelta deve essere politica e deve essere una scelta sul futuro del paese.
LAVORO: REDDITO DI CITTADINANZA NON CREA LAVORO. SERVE CRESCITA E AGIRE SU CUNEO FISCALE E PRODUTTIVITA’ tag: cuneo fiscale, produttività, lavoro
La critica al reddito di cittadinanza non è basata su un pregiudizio ideologico, non c’è nessuna contrarietà verso misure che possano combattete la povertà. La nostra critica è nel merito. Cosi il presidente Vincenzo Boccia è intervenuto dopo gli attacchi durissimi in risposta alle valutazioni di Confindustria sul reddito di cittadinanza. Il provvedimento rischia infatti di non essere una misura di politica attiva e di non incentivare il lavoro. Non è con i navigator che si creano i posti di lavoro, ma con lo sviluppo. 780 euro al mese di reddito potrebbero scoraggiare le persone dal cercare un’occupazione, perché è un dato di fatto certificato dall’Istat, che il salario medio di un lavoratore under 30 è di circa 800 euro. Si può obiettare che sia basso, ma bisogna anche interrogarsi sul fatto che su 780 euro di retribuzione netti, che finiscono in tasca al lavoratore, un imprenditore paga di tassa un corrispettivo di circa 400 euro. Abbiamo il cuneo fiscale e contributivo tra i più elevati d’Europa e una produttività al palo da 15 anni. Servirebbe un confronto vero, nel merito delle questioni, su come creare lavoro e occupazione stabile per i giovani. Non servono insulti a colpi di tweet. Il lavoro non s’impone con i decreti, ma lo creano solo le imprese e solo se il paese cresce.
Leggi in allegato l’intervista del Presidente Boccia al Corriere della Sera

<content://com.fsck.k9.attachmentprovider/0b9b0834-7fa9-403f-9562-40df9c774d27/1905/RAW>


  • 0

Retindustria – Forte Secure Group

Category:Convenzioni

Retindustria presenta Forte Secure Group, eccellenza a livello nazionale tra le società che forniscono servizi di sicurezza e che ha una caratteristica che rende lo unico a livello europeo: gestisce solo clientela aziendale medium o corporate, sviluppando un pacchetto integrato, specifico e completo che fornisce soluzioni innovative sull’intero mondo della security aziendale.

Allegati


  • 0

Retindustria – B-Rent

Category:Convenzioni

Retindustria presenta B-Rent, azienda italiana impegnata nel settore del noleggio a breve e lungo termine di auto, moto e furgoni in forte e rapida espansione a livello nazionale. E’ una dei principali broker italiani per quanto attiene al noleggio lungo termine. L’accordo con Confindustria ha per oggetto sia la fornitura di vetture con abbattimento totale delle franchigie e servizi extra completamente gratuiti al fine di garantire la migliore esperienza di noleggio possibile, sia offerte di noleggio lungo termine particolarmente vantaggiose per gli aderenti al sistema associativo.
L’offerta è diretta a tutte le Associazioni del sistema, le aziende associate, nonchè ai relativi dipendenti.

Allegati


  • 0

Retindustria – Cerved

Category:Convenzioni

Con un portafoglio di oltre 30 mila clienti, italiani ed esteri, Gruppo Cerved è il principale operatore nazionale nell’ambito della valutazione e gestione del credito.
Il focus è fortemente orientato all’innovazione.
L’offerta è articolata, rispondendo alle esigenze del mondo finanziario e assicurativo, delle aziende pubbliche e private e di tutti i professionisti che cercano dati e informazioni strategiche per i loro business. Servizi e piattaforme sono concepite per intercettare ogni tipo di dato che possa aiutare i clienti a gestire in
modo più consapevole le dinamiche decisionali.
Offerta dedicata agli Associati
Cerved riserva agli associati Confindustria condizioni vantaggiose con sconti sino al 20 %.

Allegati


  • 0

14 febbraio 2019 – chiusura uffici

Category:Comunicati,NEWS

Vi informiamo che in occasione della festività del Santo Patrono di Avellino, S. Modestino, gli uffici di Confindustria Avellino resteranno chiusi il giorno 14 febbraio 2019.


  • 0

Il Sostegno al Presidente Bruno per la Lioni – Grottaminarda

Category:Comunicati,NEWS

I componenti del Consiglio di Presidenza  di Confindustria Avellino sostengono il proprio Presidente Giuseppe Bruno nella giusta battaglia che sta conducendo per il completamento dell’arteria Lioni-Grottaminarda, fondamentale infrastruttura assolutamente necessaria per disegnare un orizzonte di sviluppo in Irpinia.

Gli imprenditori di Confindustria Avellino non possono, quindi, rilevare e stigmatizzare i toni con i quali il sottosegretario al Ministero dell’Interno, l’onorevole Carlo Sibilia, ha inteso replicare alle affermazioni di Bruno intervistato lunedì 11 febbraio da “Il Mattino” di Avellino: sono convinti infatti che dichiarazioni del genere – nei giudizi sommari e sbagliati, nelle valutazioni squilibrate e nelle ricostruzioni storiche parziali – siano esclusivamente il frutto di una reazione scomposta, che non si addice a un rappresentante di governo. Infatti le riflessioni consegnate dal Presidente Bruno hanno  l’unico intento di vedere finalmente realizzata un’infrastruttura che completata migliorerà la qualità della vita dell’intera comunità irpina, aumentando notevolmente gli standard di sicurezza a tutela della privata e pubblica incolumità.

Portare il confronto a un tale livello di polemica non giova a nessuno. E se, da un lato, i componenti del Consiglio di Presidenza  di Confindustria Avellino prendono atto dell’annuncio che la Lioni-Grottaminarda non sia in discussione anche dopo la rimozione del commissario Filippo D’Ambrosio, dall’altro ribadiscono – come il Presidente Bruno aveva sostenuto – che il passaggio di competenze al Provveditorato alle Opere Pubbliche rischia davvero di provocare ulteriori ritardi.

Ciò non per creare inutili allarmismi, come il sottosegretario Sibilia teme, ma per confermare l’impegno vigile degli imprenditori Irpini sulla realizzazione di una struttura importante e decisiva.


Cerca

Le News

Retindustria – CRIBIS

Retindustria – Q8

Retindustria – Octagona

Prossimi eventi

Non ci sono eventi in arrivo al momento.