CONVERSIONE IN LEGGE DECRETO CRESCITA- NOVITÀ IN MATERIA DI LAVORO –

  • 0

CONVERSIONE IN LEGGE DECRETO CRESCITA- NOVITÀ IN MATERIA DI LAVORO –

Category:LAVORO E PREVIDENZA,NEWS
Print Friendly, PDF & Email

Tra le novità introdotte dalla Legge 28 giugno 2019 n. 59 che ha convertivo con modificazioni il D.L. 30.04.2019 n. 34 recante misure urgenti di crescita economica, vi sono anche delle disposizioni in materia di lavoro.

Copertura Bonus Occupazione Sud dal 1° gennaio 2019
Viene previsto lo stanziamento di circa 200 milioni di euro di risorse aggiuntive da destinare al finanziamento del beneficio per le assunzioni effettuate nelle Regioni del Mezzogiorno, cosiddetto Bonus Occupazione Sud, per il periodo dal 1° gennaio al 30 aprile 2019.
Infatti come vi avevamo segnalato con la nostra news del 10 maggio u.s., a seguito del Decreto ANPAL n178, tale beneficio veniva riconosciuto solo a decorrere dal 1° maggio 2019, mentre doveva essere previsto per le assunzioni effettuate dal 1 gennaio al 31 dicembre 2019.
Si resta in attesa dell’emanazione delle necessarie istruzioni da parte dell’INPS per la fruizione dell’agevolazione.

Incentivi per assunzione giovani diplomati
l’art. 49 bis prevede l’esonero parziale dal versamento dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro per 12 mesi in caso di assunzioni a tempo indeterminato di giovani diplomati. L’incentivo spetta alle aziende che effettuano erogazioni liberali di importo non inferiore a 10.000 euro in favore di istituzioni scolastiche tecniche di secondo grado per la realizzazione , la riqualificazione e l’ammodernamento di laboratori professionalizzanti per lo sviluppo delle competenze.
L’incentivo sarà riconosciuto dal 2021 ed è comunque subordinato all’adozione entro 90 giorni dalla data di entrata in vigore della legge 58/2019 di un decreto interministeriale MIUR-MEF.

Contratto di espansione
L’art.26 quater sostituisce completamente l’art. 41 del Decreto Legislativo n. 148/2015 che disciplinava i vecchi contratti di solidarietà espansivi, sostituendoli con uno strumento sperimentale valevole per gli anni 2019 e 2020 con caratteristiche diverse denominato contratto di espansione.

Possono ricorrere a tale strumento solo le aziende che occupano almeno mille dipendenti, in caso di processi di reindustrializazione e riorganizzazione che comportano una strutturale modifica dei processi aziendali finalizzati al progresso ed allo sviluppo tecnologico dell’attività, ed in conseguenza di ciò abbiano la necessità di intervenire sul proprio organico, ed abbiamo esigenze di nuove professionalità.

Con una procedura di consultazione da effettuare in sede Ministeriale, si formalizza un accordo che prevede contestualmente la riduzione di orario ed un piano di nuove assunzioni che deve essere predefinito nei numeri e nei tempi.
Viene anche introdotto un meccanismo di prepensionamento anticipato per facilitare il turn-over all’interno delle aziende di cui sopra che stanno affrontando importanti processi di transizione produttiva.

Tale meccanismo riguarda i lavoratori che si trovino a non più di 60 mesi dal conseguimento del diritto alla pensione di vecchiaia e che abbiano maturato i requisiti per la pensione anticipata, in questi casi il datore di lavoro, a fronte della risoluzione del rapporto di lavoro, corrisponderà al lavoratore fino al raggiungimento di diritto alla pensione una indennità mensile (comprensiva della NASPI) commisurata al trattamento pensionistico lordo maturato dal lavoratore al momento della cessazione del rapporto.

Distinti saluti.

IL DIRETTORE
Dott. Giacinto Maioli


Cerca

Prossimi eventi

Non ci sono eventi in arrivo al momento.