Esonero dal versamento dei contributi previdenziali per aziende che non richiedono trattamenti di integrazione salariale – Messaggio INPS n. 1836 del 6 maggio 2021

  • 0

Esonero dal versamento dei contributi previdenziali per aziende che non richiedono trattamenti di integrazione salariale – Messaggio INPS n. 1836 del 6 maggio 2021

Category:LAVORO E PREVIDENZA,NEWS
Print Friendly, PDF & Email

Prot. n. 846 /21
Avellino, 7 maggio 2021

Vi segnaliamo che l’INPS – richiamando la circolare n. 24 dell’11 febbraio 2021 (cfr. ns. nota n. 333 del 18 febbraio 2021) con la quale ha fornito le prime indicazioni in merito all’esonero dal versamento dei contributi previdenziali per aziende che non hanno richiesto trattamenti di integrazione salariale di cui all’art. 12 del D.L. n. 1137 del 28 ottobre 2020, convertito con modificazioni dalla Legge n. 176 del 18 dicembre 2020 – con il messaggio n. 1836 del 6 maggio 2021 ha fornito ulteriori chiarimenti.

In particolare l’Istituto, nel far presente che l’efficacia delle disposizioni riguardanti l’esonero di cui all’articolo 12 citato è subordinata, ai sensi dell’articolo 108, paragrafo 3, del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea, all’autorizzazione della Commissione Europea, ha reso noto che il predetto aiuto è stato autorizzato con Decisione C (2021) 1376 final del 23 febbraio 2021.

Inoltre l’INPS ha fornito le seguenti indicazioni operative per la richiesta di autorizzazione e per la corretta esposizione dei dati relativi all’esonero nel flusso Uniemens.

I datori di lavoro, al fine di usufruire dell’esonero in argomento, dovranno inoltrare all’INPS, tramite la funzionalità “Contatti” del “Cassetto previdenziale” alla voce “Assunzioni agevolate e sgravi”, selezionando “Sgravi art.3 DL 104/20 e art.12 DL 137/2020”, un’istanza per l’attribuzione del codice di autorizzazione “2Q”, che assume il più ampio significato di “Azienda beneficiaria dello sgravio art.3 DL 104/2020 e dello sgravio art.12 DL 137/2020”, nella quale dovranno dichiarare di aver usufruito nel mese di giugno 2020 delle specifiche tutele di integrazione salariale causale Covid-19 e di non aver fatto richiesta dei medesimi trattamenti per i mesi di novembre, dicembre 2020 e gennaio 2021 riguardanti la medesima matricola o, nel caso di più unità produttive, la medesima unità, nonché l’importo dell’esonero di cui intendono avvalersi, parametrato alle ore di integrazione salariale fruite nel mese di giugno 2020.

La richiesta di attribuzione del suddetto codice di autorizzazione “2Q” deve essere inoltrata prima della trasmissione della denuncia contributiva relativa al primo periodo retributivo in cui si intende esporre l’esonero medesimo.

Considerato che i rapporti tra i trattamenti di integrazione salariale e l’esonero contributivo, disciplinati dalla medesima fonte normativa ovvero da fonti diverse, si basano sul principio dell’alternatività, nella medesima finestra temporale, per la medesima unità produttiva, l’azienda deve scegliere se fruire dell’ammortizzatore sociale emergenziale oppure dell’esonero contributivo.

Pertanto l’operatore della Struttura INPS territorialmente competente – solo dopo aver verificato che il datore di lavoro non ha fruito dei trattamenti di integrazione salariale causale Covid-19 per i mesi di novembre, dicembre 2020 e gennaio 2021 riguardanti la medesima matricola o, nel caso di più unità produttive, la medesima unità, per la quale richiede il codice “2Q” – può, una volta ricevuta la richiesta, attribuire il predetto codice di autorizzazione alla posizione contributiva con validità dal mese di aprile 2021 fino al mese di agosto 2021, dandone comunicazione al datore di lavoro attraverso il medesimo “Cassetto previdenziale”.

Inoltre l’INPS ha chiarito che l’esonero in trattazione è cumulabile con altri esoneri o riduzioni nei limiti della contribuzione previdenziale dovuta e a condizione che per gli altri esoneri di cui si intenda fruire non sia espressamente previsto un divieto di cumulo con altri regimi.

Per un maggior approfondimento Vi trasmettiamo il messaggio di cui in oggetto con il relativo allegato.

Distinti saluti.

Il Direttore
Crescenzo Ventre


Cerca

Prossimi eventi

Non ci sono eventi in arrivo al momento.