SETTEGIORNI, Rassegna dei principali temi associativi a livello nazionale

  • 0

SETTEGIORNI, Rassegna dei principali temi associativi a livello nazionale

Category:NEWS,SETTEGIORNI
Print Friendly, PDF & Email

Roma, 30 agosto 2018

I temi della settimana

GOVERNO: USCIAMO DALLA FASE ELETTORALE E APRIAMO UN CONFRONTO. LA BASE IMPRENDITORIALE SI STA INNERVOSENDO
Tag: politica, imprese, manovra

Il governo passi dalla fase adolescenziale a quella adulta. Non vorrei essere il primo presidente che porta gli industriali in piazza. La nostra base è molto nervosa e mi sto sforzando di tenerla buona. C’è ancora un po’ di tempo per evitare proteste plateali, diciamo fino alla manovra. Noi chiediamo al governo: usciamo dalla fase elettoralistica, dei tweet, e apriamo un confronto serrato. Cosi il presidente  Vincenzo Boccia, in un’intervista con il Direttore della Stampa Maurizio Molinari, pubblicata oggi dal quotidiani e ripresa anche da tutte le testate del Gruppo.  (IN ALLEGATO*)

LEGGE DI BILANCIO: SPERIAMO GUARDI A CRESCITA E INDUSTRIA. PAESE STA RALLENTANDO
Tag: spread, crescita, pil, legge di bilancio

Sulla Finanziaria ci aspettiamo che non aumenti il deficit e che recuperi il termine industria, assente nel contratto di governo. Non possiamo continuare a pensare che l’economia prescinde della politica.  L’aumento dello spread, più volte evocato, è un effetto, non la causa, dipende dalle scelte di politica economica e lo pagano le famiglie con i mutui e i debiti delle aziende. Cosi Il Presidente Boccia alla Stampa.  La crescita dell’Italia e’ piu’ lenta rispetto a quella degli altri grandi Paesi industrializzati perche’ in un contesto internazionale difficile, con i dazi e il protezionismo Usa e la Cina aggressiva sul fronte economica, l’Italia è più debole degli altri paesi e per questo sta rallentando. Dobbiamo stare attenti a non dare un’idea di aumento del deficit e speriamo in una legge di Bilancio che abbia attenzione all’industria e alla crescita del Paese.

GENOVA: NON DEVE PASSARE IL PREGIUDIZIO CHE IL PUBBLICO SIA MEGLIO DEL PRIVATO. SU PONTE SI FACCIA PRESTO, CITTA’ HA BISOGNO DI RISPOSTE
Tag: nazionalizzazioni, pubblico/privato, imprese

Su Genova il presidente ribadisce: ci giochiamo tutto sul ponte, non si nazionalizza per decreto. Se si fa ora un decreto per nazionalizzare, si crea un elemento di distonia dello Stato di diritto. Ma non si può revocare una concessione  ancora prima che le responsabilità siano accertate Così si mette in gioco la credibilità dello Stato. Va bene coinvolgere anche Fincantieri ma non bisogna cedere al pregiudizio che il privato sia sinonimo di un cattivo affare. Il ponte deve ricostruirlo chi riterrà di poterlo fare, ma il Governo deve dare soluzioni anche in termini di tempi certi agli operatori economici e alla città di Genova. Si trovi quanto prima una soluzione  e si dia un tempo certo, è una questione di credibilità del Paese.

ILVA: OBIETTIVI DEL GOVERNO NON CHIARI. CHIUDERE PARTITA AL PIU’ PRESTO
Tag: industria, occupazione

Sull’Ilva non sono chiari gli obiettivi del Governo e del  ministro Di Maio rispetto alla questione che e’ meridionale, industriale, nazionale e occupazionale. Ribadisce Boccia nel corso dell’intervista con il direttore della Stampa Maurizio Molinari. Speriamo si prenda una decisione in tempi brevi, per evitare una questione sociale, a partire da Taranto.   Speriamo che siano solo tattiche negoziali  e che il  ministro porti a casa il massimo dei benefici possibili. La partita va chiusa per evitare incertezza


*
Leggi l’intervista e ascolta l’audio:

https://www.radioradicale.it/scheda/550354/spazio-cortina-maurizio-molinari-intervista-il-presidente-di-confindustria-vincenzo


Prossimi eventi

Non ci sono eventi in arrivo al momento.