Category Archives: NEWS

  • 0

  • 0

UNIVERSIADI 2019 – ELENCO OPERATORI.

Category:IMPRESA E TERRITORIO,NEWS

Vi segnaliamo che nel 2019  le manifestazioni della “Universiade” ossia la Olimpiade Universitaria si svolgeranno a Napoli ed in Campania nel mese di Luglio e precisamente dal 3 al 14 Luglio 2019.

Per prepararsi all’evento la Regione Campania ha istituito l’Agenzia Regionale Universiadi 2019 (ARU 2019).

Tale Agenzia ha comunicato che sul sito www.fornitori.universiade2019napoli.it le aziende interessate possono registrarsi nell’Elenco Operatori Economici dell’ARU 2019 (nelle categorie   Tecniche indicate nel Regolamento) nella sezione “Bandi e Avvisi di iscrizione”


  • 0

Commento e nuove stime CSC di produzione industriale

Category:NEWS

Il commento ai dati di produzione industriale in settembre, diffusi dall’ISTAT, e le nuove stime CSC sull’attività in ottobre.


  • 0

  • 0

PROGETTO EXPORT SUD – BIAT 2018

Category:INTERNAZIONALIZZAZIONE,NEWS

BIAT_2018_-_Circolare_informativaSi trasmette in allegato la circolare informativa dell’ICE ( Istituto per il Commercio Estero) relativa all’ organizzazione della Borsa dell’Innovazione e dell’Alta Tecnologia, che si terrà a Napoli, il 19-20 aprile 2018.

Read More

  • 0

VOUCHER PER LA DIGITALIZZAZIONE DELLE PMI – DECRETO DI APERTURA DELLO SPORTELLO 

Category:AGEVOLAZIONI,NEWS

Vi informiamo che con Decreto Direttoriale 24 ottobre 2017 il Ministero dello Sviluppo Economico ha definito le modalità e i termini di presentazione delle domande di accesso ai Voucher per la Digitalizzazione delle micro, piccole e medie imprese.

Read More

  • 0

AVVISO DELLA REGIONE CAMPANIA PER LA PARTECIPAZIONE ALLO STUDY TOUR SU INDUSTRIA 4.0

Category:AGEVOLAZIONI,NEWS

La Regione Campania con Decreto Dirigenziale n. 116 del 6/11/2017 ha approvato un avviso attraverso il quale intende acquisire candidature di aziende campane che abbiano interesse ad approfondire i temi riguardanti Industria 4.0, provvedendo ad organizzare uno Study Tour in Germania nei giorni 27, 28 e 29 novembre 2017 con la possibilità di partecipare anche alla German-Italian Innovation Conference.

Read More

  • 0

LAVORO AGILE – CIRCOLARE INAIL N. 48/2017

Category:LAVORO E PREVIDENZA,NEWS

Segnaliamo la circolare Inail n. 48 del 2 novembre 2017 (allegata) con la quale l’istituto fornisce prime istruzioni operative sugli obblighi assicurativi dei lavoratori in smart work (secondo le previsioni della legge n. 81/2017).

L’istituto, in particolare, dopo aver confermato l’applicazione alla nuova disciplina sostanziale dei meccanismi assicurativi tradizionali (con riferimento all’obbligo assicurativo ed alla classificazione tariffaria, alla individuazione della retribuzione imponibile), svolge alcune considerazioni in merito alla tutela assicurativa.

Da questo punto di vista, l’Inail precisa che:
• l’art. 23 circoscrive la ricorrenza dell’infortunio sul lavoro all’esistenza di una diretta connessione dell’evento con la prestazione lavorativa;
• l’infortunio in itinere viene riconosciuto solo quando la scelta del luogo della prestazione è dettata da esigenze connesse alla prestazione stessa o dalla necessità del lavoratore di conciliare le esigenze di vita con quelle lavorative e risponda a criteri di ragionevolezza;
• i lavoratori “agili” devono essere assicurati all’Inail se, per lo svolgimento della loro attività, sono esposti alle fonti di rischio previste dall’art. 1 del decreto del Presidente della Repubblica 30 giugno 1965, n. 1124, fra le quali rientra anche il rischio elettrico connesso con l’uso di macchine di ufficio (quali per esempio, mezzi telematici, computer, videoterminali);
• gli infortuni occorsi mentre il lavoratore presta la propria attività lavorativa all’esterno dei locali aziendali e nel luogo prescelto dal lavoratore stesso sono tutelati se causati da un rischio connesso con la prestazione lavorativa;

• Il lavoratore “agile” è tutelato non solo per gli infortuni collegati al rischio proprio della sua attività lavorativa, ma anche per quelli connessi alle attività prodromiche e/o accessorie purché strumentali allo svolgimento delle mansioni proprie del suo profilo professionale.

A questo proposito, l’Istituto precisa che “in tale quadro, l’accordo di cui agli articoli 18 e 19 della legge 22 maggio 2017, n. 81, si configura come lo strumento utile per l’individuazione dei rischi lavorativi ai quali il lavoratore è esposto e dei riferimenti spazio–temporali ai fini del rapido riconoscimento delle prestazioni infortunistiche.

La mancanza di indicazioni sufficienti desumibili dall’accordo in ordine ai predetti elementi, nonché in generale a quanto previsto dal citato articolo 19 della legge 22 maggio 2017, n. 81 comporta che, ai fini dell’indennizzabilità dell’evento infortunistico saranno necessari specifici accertamenti finalizzati a verificare la sussistenza dei presupposti sostanziali della tutela e, in particolare, a verificare se l’attività svolta dal lavoratore al momento dell’evento infortunistico sia, comunque, in stretto collegamento con quella lavorativa, in quanto necessitata e funzionale alla stessa, sebbene svolta all’esterno dei locali aziendali”.

L’Istituto, quindi, non sussistendo le basi giuridiche per affermare un obbligo di indicazione nell’accordo né di comunicazione da parte del datore di lavoro, ricorda che l’individuazione dei rischi lavorativi e dei riferimenti spazio-temporali può essere utile ai fini del rapido riconoscimento delle prestazioni infortunistiche.

E’ evidente che si tratta di un invito che, coerente con una migliore definizione delle eventuali procedure di riconoscimento delle prestazioni infortunistiche, non trova alcun riferimento nella legge, che rimane volutamente silente con riferimento sia al tempo sia al luogo della prestazioni, proprio perché, prescindendo dalla individuazione/indicazione della postazione di lavoro e delimitando solamente la collocazione temporale della prestazione con riferimento alla durata massima dell’orario di lavoro, il legislatore ha inteso valorizzare il (tendenziale) venir meno dei due elementi che caratterizzano la prestazione di lavoro subordinato: luogo e tempo della prestazione.

Riteniamo, quindi, che – sia pur prendendo atto della finalità che l’Istituto si pone – l’indicazione dei riferimenti spazio-temporali non appare imposta né suggerita dal testo di legge, restando, per il datore di lavoro, del tutto indifferente il luogo della prestazione così come il tempo, nei limiti ed alle condizioni previsti dalla legge.

L’accordo dovrà essere comunicato mediante una procedura telematica che le imprese troveranno nel sito internet del Ministero del lavoro a decorrere dal 15 novembre 2017.

Distinti saluti.

IL DIRETTORE
Dr. Giacinto Maioli

All.c.s.
Circolare INAIL 48/2017

Allegati


  • 0

NASCE CONFINDUSTRIA BIELORUSSIA

Category:NEWS

Nasce oggi Confindustria Bielorussia. A Minsk è in programma la riunione fondativa della associazione, nella quale le imprese partecipanti firmeranno l’atto costitutivo e lo statuto. La nascita di questa nuova associazione colma un vuoto di rappresentatività dell’impresa italiana in Bielorussia e avviene grazie agli sforzi di Confindustria nazionale e di Confindustria Bulgaria, sotto gli auspici dell’Ambasciata d’Italia a Minsk.

Confindustria Bielorussia sarà accreditata a Sofia il 21 novembre in occasione dell’Assemblea Generale di Confindustria Est Europa, alla presenza del presidente Vincenzo Boccia e di Edoardo Garrone. Confindustria Bielorussia chiederà il riconoscimento quale componente internazionale di Confindustria al Consiglio Generale di Confindustria, a Roma, entro la fine del mese di novembre.


  • 0

PANUCCI: “LA LEGGE DI BILANCIO MIRA AL RAFFORZAMENTO DELLA COMPETITIVITÀ”

Category:NEWS

“L’ industria sta portando il Paese fuori dalla crisi. Export e investimenti privati svolgono il ruolo di traino della risalita”. Lo ha detto il direttore generale di Confindustria, Marcella Panucci, in occasione di un’audizione al Senato sul ddl Bilancio di fronte alle commissioni congiunte di Camera e Senato.

Read More